Oltre 2300 ciclisti per la 39esima edizione del 'Giro della Romagna'

Quest’anno la Manifestazione era prova unica del Campionato nazionale di Cicloturismo per Società Uisp, titolo tricolore che è andato alla Ciclistica Bitone di Bologna

La 39esima edizione del Giro Cicloturistico della Romagna, svoltosi a Lugo domenica 6 maggio, preceduto il sabato dalla Randonnée, si è confermata come una della principali manifestazioni nel panorama delle Gran Fondo ciclistiche non competitive, come ha sottolineato anche Davide Ceccaroni, Responsabile Nazionale Uisp ciclismo, che ha portato il saluto dell’associazione. Sono stati infatti circa 2300 i ciclisti che hanno partecipato ai quattro percorsi su strada, a quello riservato alle mountain bike e gravel e alla Randonnée del sabato.

Si è confermato anche l’alto numero delle società partecipanti, oltre 250, provenienti non solo dall’Emilia- Romagna e dalle Regioni limitrofe come Veneto, Toscana e Marche, ma anche da Lombardia, Trentino-Alto Adige, Friuli, Abruzzo e altre ancora, dando così una concreta dimostrazione del fatto che questa manifestazione è sempre più nel cuore di buona parte dell’Italia cicloturistica e che molto può contribuire a far conoscere il nostro territorio e le attività ricettive, come confermato dalle diverse presenze di ciclisti negli alberghi e dalla pedalata dentro e nei dintorni di Lugo, organizzata in collaborazione con gli Amici della Bici del Tondo, che ha visto la partecipazione di diversi familiari e accompagnatori dei ciclisti.

Quest’anno la Manifestazione era prova unica del Campionato nazionale di Cicloturismo per Società Uisp, titolo tricolore che è andato alla Ciclistica Bitone di Bologna. Il Giro della Romagna invece ha visto piazzarsi al primo posto per numero di partecipanti e chilometri percorsi il Team Passion faentino, che ha preceduto la Ciclistica Bitone e l’Avis Faenza. Oltre a queste sono state altre 52 le società premiate: due premi speciali alla memoria, intitolati a Delio Costa e Franco Argelli, andati alle società con il maggior numero di partecipanti sul percorso lungo e quelli della “Combinata di Francesco”, nel ricordo del centenario della morte di Francesco Baracca, andati a coloro che hanno partecipato sia al percorso in mountain bike di oggi che a quello del 1 maggio organizzato dalla Deka Riders riservato alle bici gravel. Non è mancata poi l’estrazione a sorte tra tutte le cicliste partecipanti ai percorsi di un diamante certificato offerto dalla Gioielleria Ponzi di Lugo, che è andato a una ciclista del Team Zanetti. Nello spazio espositivo, allestito all’esterno della tendostruttura, oltre a numerose aziende locali che operano nel mondo del ciclismo vi era quest’anno la presenza anche di un’azienda che produce e ha fatto provare la Foot Bike, un monopattino che sta prendendo sempre più piede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

Torna su
RavennaToday è in caricamento