Pallavolo serie C femminile, altra grande prestazione: la Fenix resta in fuga

Sbancata Forlì 0-3 (18-25,18-25,17-25) con una grande prestazione. Faenza resta in fuga. Sabato il Massa al Palabubani

La Fenix Faenza è tornata ai suoi livelli. Non ci sono più dubbi. Al Ginnasio di Forlì le ragazze di coach Serattini disputano una delle migliori partite stagionali e dimostrano di essere pronte per lo sprint finale. La Fenix che registra l’assenza di Emma Guardigli inizia il match con il sestetto base e Martelli libero. Sul fronte Libertas, il coach Polo risponde con Toni in regia, Bartolini opposto, le schiacciatrici Campana e Pasini (con la giovane Gallo ancora ferma), Emiliani e Giunchi al centro mentre il libero è Gregori.

Sin dalle prime battute Faenza appare molto determinata: bene a muro, difesa arcigna, buona ricezione e grande efficacia offensiva.Tomat infila tre punti consecutivi e la Fenix allunga sul 6-3. Le faentine conducono nel punteggio ma non riescono a scrollarsi di dosso una combattiva Libertas (13-12) che a sua volta difende su alcune iniziative offensive di Guardigli. Tomat e Melandri sono in gran serata e consentono alla FENIX di mantenere 2-3 punti di vantaggio mentre nella fase finale del set è Guardigli con un primo tempo e una fast a consolidare il break per Faenza che chiude sul 25-18.

A inizio secondo set è Tomat show: la schiacciatrice friulana esordisce con un gran diagonale, subito raddoppiato nella successiva azione di gioco, quindi piazza un muro a 1 e chiude un altro colpo da manuale. Ci pensa poi un muro di Maines a portare Faenza sul 5-0. La squadra di Serattini si porta sul 10-3. La Libertas cerca di riordinare le idee sostenuta da alcuni buoni attacchi di Pasini (8-12). Ancora Tomat incontenibile (8 punti nel secondo parziale) e Faenza con un altro primo tempo di Guardigli raggiunge un rassicurante 23-16. Ci pensa poi Alberti con un mani fuori e un ace a chiudere il set sul 25-18.

Terzo set: la Libertas gioca punto a punto fino al 6 pari ma Faenza con Melandri al servizio vola sul 12-6. La squadra di Polo recupera qualche lunghezza e sul 9-12 Serattini effettua il doppio cambio palleggiatore- opposto (Zannoni e Taglioli in ingresso) per concedere un po’ di respiro a Maines. Il cambio si chiude sul 14-12 e Melandri trova subito un gran colpo che infilza il muro forlivese. Un ace di Tomat, un primo tempo di Emiliani e un fantastico colpo centrale di Guardigli (a chiudere uno degli scambi più spettacolari della gara) lanciano definitivamente Faenza (20-15). Melandri fissa il punteggio sul 23-15 e il match ball è chiuso da una tuonante fast di Guardigli: 25-17).

Davvero una prestazione ottima della Fenix: massima determinazione, nessun passo a vuoto, muro e difesa impenetrabili (ottima la prestazione di Martelli), bene in ricezione, Maines alla grande in regia con alcune giocate super per Guardigli che non si fa pregare e mette a segno punti importanti, Tomat e Melandri incontenibili in attacco (33 punti in tre set!). Una prestazione da grande squadra che vuole vincere.

Da un derby all’altro: sabato (Bubani ore 17,30) arriva il Massa, con qualche sassolino da togliere dalle scarpette della Fenix, sconfitta 3-0 all’andata e in cerca di rivincita, ma soprattutto per conquistare altri tre fondamentali punti e continuare a sognare. Il Massa allenato da Roberto Zaniboni è squadra solida, esperta e collaudata che, a livello di organico, ha cambiato relativamente poco rispetto alla passata stagione sportiva in serie D nella quale conquistò la promozione vincendo il proprio girone (senza passare quindi dalla lotteria dei play off). Le giocatrici più importanti sono l’esperta palleggiatrice Marica Bellettini, le fisiche centrali Diop e Verlicchi, le esterne Domenichini, Toschi e Spada. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Abbandoni rifiuti, l'onda forlivese arriva a Ravenna: "Fenomeno esteso"

  • Politica

    Trivelle, botta e risposta tra De Pascale e Verlicchi: "Sostegno a Mediterranea che c'entra?"

  • Cronaca

    Bora furiosa, iniziata la ricognizione dei danni: c’è tempo fino al 3 aprile per segnalarli

  • Cronaca

    Bora tempestosa, Cervia si lecca le ferite: "La città tornerà bella come sempre"

I più letti della settimana

  • Ora c'è la prova fotografica: scoperto un lupo nella "Pineta di Ravenna"

  • L'arrampicata sportiva di Ravenna in lutto: è morto Giuseppe Bollettino

  • Serata di pura follia, dopo la lite investe una donna e fugge

  • La nuova hamburgeria gourmet che vuole far rinascere il centro storico: e assume personale

  • Tempesta di vento sferza il Ravennate, raffiche oltre i 100 km/h: alberi crollati, tetti scoperchiati e mareggiate

  • Finisce cappottata fuori strada, auto avvolta dalle fiamme: paura per una ragazza

Torna su
RavennaToday è in caricamento