Prima vittoria casalinga per la Conad: Busto Arsizio dà battaglia, ma esce battuto

"Vincere non è mai facile - sottolinea a caldo coach Simone Bendandi - e le ragazze si meritavano questa prima gioia in casa"

Arriva grazie al 3-1 ottenuto contro Busto Arsizio la prima vittoria casalinga della Conad Olimpia Teodora che dimostra ancora una volta di saper soffrire e porta a casa un match partito al meglio, ma che nel suo svolgimento si era rivelato molto complicato, grazie anche a un’ottima prestazione della squadra ospite. "Vincere non è mai facile - sottolinea a caldo coach Simone Bendandi - e le ragazze si meritavano questa prima gioia in casa. C’era molta tensione perché volevamo fortemente questo risultato e nel primo set è successo esattamente quello che temevo, perché abbiamo preso in mano bene la partita, ma, appena abbiamo concesso qualcosa, loro hanno preso coraggio grazie alla loro gioventù e alla loro spregiudicatezza e hanno poi giocato tutto il match sulle ali dell’entusiasmo, sfruttando le loro individualità molto interessanti".

"Loro han giocato bene - conclude l’allenatore - e noi abbiamo perso sicurezza e fatto tanti errori in certe situazioni di contrattacco, ma abbiamo avuto la bravura di strappare il terzo set che ci ha fatto respirare, riprendendo in mano il nostro gioco. Questa vittoria è una gran cosa e siamo contenti per i 3 punti conquistati davanti al nostro pubblico, finalmente avremo un giorno di riposo e riprenderemo a lavorare con la consapevolezza di aver cominciato il campionato in maniera più che positiva". Costanza Manfredini, miglior realizzatrice del match con 17 punti, commenta: "È destino che in casa dobbiamo soffrire e loro hanno interpretato molto bene la partita. Noi siamo entrate in campo determinate e convinte, esprimendo un buon gioco, poi siamo andate un po’ in difficoltà perché loro hanno battuto molto bene e difeso tanto. Sicuramente alla fine anche l’ingresso del capitano ci ha dato una grossa mano in ricezione. Alla fine è il risultato che conta e questi sono tre punti pesantissimi, ma soprattutto è importante aver dimostrato di saper reagire nei momenti di difficoltà".

La partita

Al fischio d’inizio coach Bendandi schiera il sestetto con Morolli al palleggio, Manfredini opposto, Strumilo e Piva bande, Guidi e Torcolacci centrali, Rocchi libero. L’Olimpia Teodora parte forte con Manfredini sugli scudi: il suo ace vale subito il 4-1, poi due attacchi consecutivi fissano il parziale sul 9-3. Ravenna allunga fino al 15-9 con gli ace di Piva e ancora di Manfredini, ma le ospiti non mollano e il servizio vincente di Cialfi (18-14) lancia la rimonta, chiusa ancora al servizio da Veneriano con i due ace consecutivi per il 20-20. Busto trova addirittura il sorpasso sul 21-22, ma due punti consecutivi di Piva consentono l’immediato contro sorpasso e un errore ospite consente alla Conad di chiudere il primo set per 25-23.

Il secondo parziale si apre meglio per le ospiti, che si portano 3-5 con l’ace di Pistolesi e, grazie a due muri consecutivi, allungano sul 4-8. Ravenna prova a ricucire sul 7-8, ma la Futura riesce a evitare l’aggancio e torna avanti di 4 lunghezze sull’8-12. Le padrone di casa ci provano ancora con l’ace di Piva (10-12), e per altre due volte tornano a contatto sull’11-12 e sul 14-15, ma Busto ancora una volta riesce a respingere i tentativi di rimonta, prima sul 12-15, poi sul 16-19 con un altro ace di Cialfi. Le ospiti toccano il 19-24 e portano a casa il set per 20-25, sfruttando qualche errore di troppo al servizio da parte della Conad.

Nella terza frazione la Futura parte fortissimo al servizio e con 4 ace di Pinto, Veneriano, Sartori e ancora Veneriano prova la fuga sull’8-12. Coach Bendandi si gioca la carta Bacchi per Strumilo e il servizio vincente di Piva suona la carica per l’Olimpia Teodora sull’11-13. Ravenna pareggia a quota 14, poi sul turno di servizio di Morolli mette la freccia e allunga. Capitan Bacchi segna prima a muro e poi in attacco per il 18-15, poi arriva anche il secondo muro di giornata firmato Manfredini (19-15) e le padrone di casa volano sul 21-15. Busto risale fino al 21-19, ma due muri consecutivi di Torcolacci respingono la rimonta ospite e la Conad chiude i conti per 25-20.

Il quarto set si apre con uno 0-2 ospite, ma Ravenna pareggia sul 3-3 e sorpassa con l’ace di Manfredini per il 4-3. La Futura ribalta momentaneamente tutto sul 6-8, ma Torcolacci a muro firma prima il 9-8, poi l’11-8. Busto ritrova la parità sul 13-13 con l’ace di Zingaro, ma Manfredini risponde con la stessa moneta per il 15-13 e la Conad tocca il 16-13. Le ospiti non mollano e con l’ace di Pistolesi mettono anche la testa avanti sul 16-17, ma il timeout chiamato da Coach Bendandi rimette in carreggiata l’Olimpia Teodora, che contro sorpassa sul 19-17. Il muro di Guidi vale il 20-18, ma Busto pareggia ancora a quota 21 e alle Leonesse serve un altro ottimo turno di servizio di Morolli per chiudere il match, suggellato dal muro di Torcolacci per il 25-21 finale.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Futura Volley Giovani Busto Arsizio 3-1 (25-23, 20-25, 25-20, 25-21)

Ravenna: Bacchi 7, Poggi, Piva 13, Strumilo 8, Guidi 9, Torcolacci 13, Manfredini 17, Parini, Rocchi (L), Morolli 3. N.e.: Altini, Canton, Calisesi (L). All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck

Muri 8, ace 7, battute sbagliate 14, errori ricez. 11, ricez. pos 34%, ricez. perf 16%, errori attacco 7, attacco 44%.

Busto Arsizio: Veneriano 9, Cialfi 6, Latham 16, Sartori 5, Pistolesi 13, Pinto 12, Grippo, Garzonio (L), Zingaro 3. N.e.: Danielli (L), Peruzzo, Cicolini, Gallizoli. All.: Matteo Lucchini. Ass.: Luca Chiofalo.

Muri 11, ace 11, battute sbagliate 13, errori ricez. 7, ricez. pos 40%, ricez. perf 21%, errori attacco 11, attacco 34%.

Arbitri: Antonio Licchelli e Luca Cecconato

Spettatori: 802

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento