Serie C, il Ravenna infila la quarta di fila: la salvezza si avvicina

I padroni di casa sono riusciti a sbloccare il risultato durante un primo tempo avaro di emozioni col solito De Sena

Il gol (foto di Massimo Argnani)

E' un "magic moment" per il Ravenna. La squadra di Mauro Antonioli si è imposta per 1-0 nella sfida al "Benelli" contro il Gubbio, vedendo sempre più vicino il traguardo della salvezza. I padroni di casa sono riusciti a sbloccare il risultato durante un primo tempo avaro di emozioni col solito De Sena, che, al 32esimo, sugli sviluppi di un calcio piazzato, ha trovato la deviazione vincente beffando Volpe. Gli ospiti hanno reagito con Bazzoffia al 34' con una botta da fuori aria. Nella ripresa i giallorossi amministrano, sforando il 2-0 all'87' con Maistrello (bravo Volpe a deviare in calcio d'angolo) e sugli sviluppi dell'azione successiva con Broso. A quota 35, con un margine di 9 lunghezze sulla penultima piazza e sette partite da giocare, Lelj e compagni sono davvero ad un passo dal traguardo della stagione, il secondo capolavoro di fila dopo la promozione dell’annata passata, arrivata con un’accelerazione decisiva proprio a marzo. 

Mister Antonioli usa una metafora tennistica per spiegare il quarto successo di fila della sua squadra. “Avevo detto ai ragazzi che contro il Gubbio avevamo una palla break importante, non era un match point, e dovevamo giocarla senza avere il braccino corto, ma alla stesso tempo senza rischiare niente. I ragazzi sono stati ancora una volta bravissimi: siamo riusciti a vincere, rischiando pochissimo, non abbiamo creato tantissimo ma abbiamo capitalizzato quello che abbiamo creato. Siamo felicissimi; c’è stata un’altra prova di grande maturità dei ragazzi. E’ la quarta vittoria di fila, solo il Padova ha fatto questa impresa, per noi è motivo d’orgoglio e di grande onore”.

La cronaca della gara

Partita più da clava che da fioretto, più da elmetto che da guanto. Il Gubbio non può permettersi un altro ko, il Ravenna vuole calare il poker di vittorie, per sé e per la gloria. Ne esce un primo tempo bloccato, con poche emozioni e poche opportunità, ma il Ravenna in questo momento ha un giocatore che trasforma in oro tutto quello che gli viene offerto. Così al 32’, Selleri, alle cento presenze in campionato in Serie C, disegna una punizione delle sue, Capitanio sul palo più lontano fa da sponda, De Sena, leone affamato e spietato, la gira dentro piegando le mani a Volpe. La reazione ospite è in un velenoso e veloce rasoterra di Valagussa che si perde di poco sul fondo. Nella ripresa si vede subito la volontà dei padroni di casa di chiudere il match: ci provano De Sena, Venturini e Papa senza esito. Il Gubbio risponde con Ricci e Jallow, che non spaventano Venturi. Dierna al 30’ trova un piede giallorosso a deviare il suo tiro in angolo. E’ insidioso anche il tentativo di Marchi al 40’, che chiama Venturi all’unico vero intervento della sua gara. Finale a tinte giallorosse con Maistrello (Volpe si salva deviando in angolo) e con Broso (destro al volo che sibila di poco fuori). E poi, negli ultimi secondi di gara, Bergamini, solo davanti a Venturi, calibra male la conclusione mandando oltre la traversa.
 

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento