Ravenna senza paura contro il Renate: si cerca l'impresa contro la seconda della classe

Sfida inedita in campo ma anche in panchina, con Antonioli e Cevoli ad affrontarsi per la prima volta in questa sorta di derby romagnolo

Senza paura, con grande rispetto per una formazione che, spostata all’ultimo minuto dal girone A, sta stupendo tutti per la sua continuità al vertice, ma anche con la piena consapevolezza di potersela giocare alla pari, come ha dimostrato di saper fare in occasione di altri confronti con squadre di alta classifica. E’ questo l’atteggiamento che il Ravenna dovrà mettere in campo domenica pomeriggio al Benelli (si comincia alle ore 14.30: dirige la gara Cristian Cudini di Fermo, alla sua seconda stagione in Can C, assistito da Badoer e Tribelli di Castelfranco Veneto) contro il Renate, in quella che è l’ultima partita domenicale dei giallorossi che nei prossimi tre mesi giocheranno di sabato come l’intero girone B. Ed è un tasto, questo, su cui batte alla vigilia l’allenatore dei giallorossi Mauro Antonioli. “Faremo la nostra partita come sempre, mettendo in campo le armi che abbiamo a disposizione, con piena fiducia di essere all’altezza e pensando positivo: non ci sentiamo affatto una vittima predestinata”.

A complicare i panni del tecnico bizantino ci sono gli infortuni capitati in settimana a Samb Fallou (botta al ginocchio) e a Elia Ballardini, che ha riportato nella rifinitura di oggi una distorsione alla caviglia destra: i due si aggiungono a Barzaghi, Lucarini e Tabacchi, indisponibili da tempo. E poi c’è il dubbio sull’impiego di Papa, che sta riprendendosi dalla botta al ginocchio sinistro rimediata domenica a Reggio Emilia. “Siamo in grande emergenza – sottolinea Antonioli – e adesso siamo veramente molto corti, ma non ci abbattiamo e cercheremo comunque di conquistare un risultato positivo, senza nasconderci le difficoltà della gara”.

Il Renate, che si cimenta per la prima volta nella sua storia al Benelli, si presenta con la miglior difesa del girone (appena 7 gol subiti) e come unica squadra imbattuta in trasferta, dove non perde dal 14 maggio (2-1 a Livorno nel primo turno playoff). “E’ una squadra che si chiude bene e sa ripartire con grande facilità in contropiede, non a caso si esprime meglio fuori casa. Dovremo essere bravi a non concedere loro alcuno spazio ed essere anche bravi e cinici nello sfruttare quelle due o tre occasioni che ci concederanno”.

Sfida inedita in campo ma anche in panchina, con Antonioli e Cevoli ad affrontarsi per la prima volta in questa sorta di derby romagnolo. “Conosco bene Roberto – dice Antonioli – e lo apprezzo. Sta facendo molto bene al Renate e mi complimento con lui, ma domani spero di dargli un dispiacere, battendolo, augurandogli poi di riprendere a fare punti e risultati dal turno successivo”.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Trapianto di cornea a Ravenna: numeri in crescita, interventi e farmaci innovativi

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Si spoglia ubriaca in mezzo alla strada, poi aggredisce i poliziotti: in manette

  • Accoltellato di fronte alla caserma della Municipale: scene da panico in Darsena

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento