Ravenna tenta l’impresa contro la capolista Vicenza

Giallorossi per uscire dalla crisi cercano punti al Menti dove hanno vinto le ultime due

In uno degli impianti più affascinanti della categoria, domenica alle 15, il Ravenna è chiamato ad una prova di grande impegno ed intensità, unica alternativa per potere pensare di potere strappare punti ad un Vicenza saldo in testa al campionato e forte della migliore difesa. Squadre che si presenteranno alla sfida in condizioni diametralmente opposte. I giallorossi sono a secco di vittorie proprio dalla gara di Padova dove detronizzarono un’altra favorita per la vittoria finale del campionato, ma da allora i risultati non hanno girato per il giusto verso ed è arrivato un solo punto in 6 gare. I biancorossi invece si trovano al comando del campionato e mister Di Carlo sembra avere trovato la quadra di una rosa che darebbe filo da torcere anche in serie B, allestita per riportare dopo tanti anni il Lane in una categoria che per chi ha frequentato con costanza la massima serie sembra un “minimo sindacale”.

Gli uomini di Foschi sono chiamati a riscattare l’andamento dell’ultimo mese, e si faranno forza delle imprese firmate proprio al Menti negli ultimi due anni; nel 2017 fu la doppietta di Broso a sancire la prima vittoria giallorossa nello stadio vicentino, e nella scorsa stagione tutti ricordano il gol di Lelj per un’altra impresa targata Ravenna, poi bissata al Benelli durante i playoff. I precedenti ufficiali recitano 3 vittorie per i padroni di casa, 2 pareggi e le 2 citate vittorie per i giallorossi. Durante la settimana qualche segnale incoraggiante è arrivato dall’infermeria, che finalmente sembra iniziare a svuotarsi, si sono infatti aggregati al gruppo Martorelli, Purro e Pellizzari, che ovviamente non avranno la migliore condizione, ma potranno garantire a Foschi alternative nel corso della gara. Rimane indisponibile il solo Grassini. Punto di attenzione sulla situazione disciplinare, con Jidayi, Lora, Selleri e Nocciolini in diffida. Arbitra Meraviglia di Pistoia che, curiosamente, fu il medesimo direttore di gara della sfida ai play-off tra le due squadre nello scorso maggio. Domenica squadre in campo con una maglietta recante un messaggio a sostegno della città di Venezia.

"Abbiamo ricevuto tanti attacchi da tutte le parti, ce li prendiamo e stiamo zitti - afferma Foschi -. Con il Vicenza dobbiamo avere l’orgoglio e la motivazione per fare una prestazione maiuscola, perché domani ci sono tutti i presupposti per essere vittime, contro una squadra che sta dando 3 palle a tutti e davanti ad un pubblico importante. Ma noi vittime non vogliamo essere, anzi dobbiamo andare la più determinati che mai. I ragazzi si allenano al 100%, dobbiamo riportare quanto fatto in allenamento nella gara, senza preoccupazioni ma con la convinzione e la consapevolezza di essere stati in grado di fare anche grandi risultati. Non c’è partita migliore che contro la capolista per volere dimostrare di essere all’altezza di tutti.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento