Serie C, per il Ravenna una tappa cruciale: contro la Reggiana si cerca l'acuto salvezza

A la gara, che si giocherà alle 18.30, è stato designato Alessio Clerico di Torino, alla sua prima stagione in Can C, assistito da Moro di Schio e Zeviani di Legnago.

Come a Fano e come a Gubbio. In coincidenza con la trasferta di Reggio Emilia, altra tappa importante nel percorso che deve portare alla salvezza, nella cornice prestigiosa del Mapei Stadium, attuale casa del Sassuolo, ed ex Stadio Giglio dove il Ravenna ha giocato l’ultima volta il 10 aprile 2011, la squadra di Mauro Antonioli proverà a ripetere un’altra impresa, che possa far riprendere la serie positiva interrotta con la sconfitta con la Sambenedettese, dare maggiore sostanza alla classifica, ma anche per prendersi la rivincita dalla sconfitta subita un mese fa che ha determinato la chiusura anticipata del cammino dei giallorossi in Coppa Italia. Il tecnico ritrova Papa, che ha scontato il turno di squalifica, ma lamenta sempre le assenze di Barzaghi, Lucarini e Tabacchi. Sul pullman per Reggio Emilia saliranno così in 21.

"E’ una partita difficile, come tutte in questo campionato -  osserva Mauro Antonioli - ma la affrontiamo con serenità e fiducia. Dispiace non aver dato continuità alla serie positiva che avevamo iniziato col Mestre ma anche la partita con la Samb ha dimostrato che siamo in un buon momento. Continuiamo ad allenarci con intensità e serenità, vedo una crescita esponenziale nei più giovani e ci sono tutte le premesse per fare una grande partita, perché solo con una grande partita si può fare risultato domani, contro una Reggiana che si trova in una posizione di classifica che non risponde al valore del suo organico e che nell’ultimo periodo ha dato ampi segni di risveglio”.

Gara importante per il Ravenna e match particolare per Filippo Capitanio, rientrato a pieno titolo domenica scorsa dopo l’infortunio subito a metà settembre. Il difensore giallorosso ha disputato, infatti, mezza stagione a Reggio Emilia (campionato di Prima Divisione Lega Pro 2013/14) e domani torna da avversario per la quarta volta dopo Como, Santarcangelo e Teramo. “Anche se non stavo bene a livello fisico - ricorda - ritengo quella di Reggio una bella esperienza per me, se non altro per aver debuttato in Prima Divisione, anche se ammetto che avrei potuto dare di più. Reggio è una bellissima piazza, e giocare in quello stadio stupendo dà una certa emozione. Saluterò con piacere alcuni amici che ho ancora lì ma poi i ricordi dovrò lasciarli fuori perché ci aspetta una partita fondamentale. L’unico pensiero che ho è quello del risultato da ottenere, che ci serve per ripartire, contro una Reggiana che non mi aspettavo di vedere in questa posizione di classifica”. A la gara, che si giocherà alle 18.30, è stato designato  Alessio Clerico di Torino, alla sua prima stagione in Can C, assistito da Moro di Schio e Zeviani di Legnago.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Trapianto di cornea a Ravenna: numeri in crescita, interventi e farmaci innovativi

I più letti della settimana

  • E' una scia di sangue senza fine: tragico schianto, muore un uomo. Una donna in condizioni disperate

  • Trovano un portafoglio e lo consegnano ai Carabinieri: ma dentro c'era la droga

  • La tragedia di via Dismano: a perdere la vita è un 26enne di San Zaccaria

  • Pauroso scontro frontale in zona Bassette: sei feriti, ma per fortuna nessuno è in pericolo di vita

  • Tragico infortunio sul lavoro: resta incastrato nell'autolavaggio e perde un braccio

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

Torna su
RavennaToday è in caricamento