F1, spicca il blu elettrico con inserti rossi e l'argento: il Toro faentino mostra le nuove forme

Si tratta della STR14, motorizzata Honda, nata con l'obiettivo di migliorare il nono posto nella classifica Costruttori

Il Toro faentino mostra le sue forme argento-blu. La Scuderia Toro Rosso, con base a Faenza, ha svelato online la monoposto che prenderà parte al mondiale 2019 di F1. Si tratta della STR14, motorizzata Honda, nata con l'obiettivo di migliorare il nono posto nella classifica Costruttori. La belva, affidata al manico del ientrante Daniil Kvyat e del debuttante anglo-thailandese Alexander Albon, presenta importanti novità per quanto concerne l'aerodinamica, mentre la livrea conferma il blu elettrico con inserti rossi e tratti argentati introdotti nel 2017.

"Le modifiche regolamentari del 2019 sono state pensate per ridurre la quantità di turbolenze generate dalle vetture - spiega il direttore tecnico Jody Egginton -.Per noi, questo si traduce in una nuova sfida per ricostruire i flussi e recuperare il carico aerodinamico perso con l'introduzione di queste nuove norme. Nonostante la larghezza dell'ala anteriore sia aumentata, non ci saranno più le paratie e gli elementi che si trovavano sulla parte esterna del main plate e anche l'endplate è stato semplificato. Allo stesso tempo, anche i condotti dei freni anteriori sono stati semplificati e, dunque, le opportunità di generare i flussi e orientarli in determinate aree della vettura sono adesso differenti e impongono di recuperare dimensione e traiettoria delle scie generate dalle ruote anteriori, identificando le aree principali per lo sviluppo aerodinamico e per sfruttarle al massimo".

"E' bello essere di nuovo qui e che questo dimostra come non si debba mai perdere la speranza - afferma Kvyat -. L'anno scorso mi è piaciuto molto lavorare con la Ferrari e mi ha aiutato a tenermi in forma e sempre aggiornato su quanto accadeva sul fronte tecnico in Formula 1". Quanto alle aspettative, il russo non si sbilancia: "Stiamo lavorando sodo per mettere insieme il miglior pacchetto e la cosa migliore che posso fare è lavorare il più possibile su me stesso e sulle mie performance. Io e il mio staff tecnico faremo il possibile per tirare fuori il massimo dal pacchetto che ci verrà fornito dal team. Sento che sono tutti motivati e concentrati e questo mi dà fiducia per il futuro". Albon è entusiasta di correre per una scuderia anglo-italiana: "Nel motorsport, specialmente nel karting, l'Italia è considerata all'apice e quindi ci si trascorre molto tempo. Sono un po' geloso di persone come Daniil che sanno parlare l'italiano. Ho passato due anni in Italia, ma non ho parlato italiano con il team. Riesco a capire qualcosa, ma non abbastanza. Imparerò durante l'anno e cercherò di migliorare".

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento