Serie C, comincia da Trieste il 2018 del Ravenna: "Servirà una grande prestazione"

Come il Ravenna, anche la Triestina è reduce da una sconfitta nell’ultima partita del 2017 (2-0 a Reggio)

Esaurita la sosta, tre settimane dopo l’ultimo match, il Ravenna torna in campo per la disputa della terza giornata di ritorno. Ed è una truppa giallorossa motivatissima quella che si appresta ad affrontare la trasferta al “Nereo Rocco” (fischio d’inizio alle ore 18.30), in casa della Triestina, non soltanto perché c’è la volontà di ripartire bene nel nuovo anno solare con un risultato positivo, che faccia dimenticare la sfortunata battuta d’arresto con il Bassano, ma anche perché c’è grande desiderio di rivalsa dopo la scoppola patita all’andata, che nessuno in casa bizantina ha ancora digerito. "Quella fu una serata storta, che fece anche troppo scalpore - ricorda mister Antonioli -: perdere in quella maniera ci fece male, però non inseguiamo alcuna vendetta. Per noi è una partita da interpretare al meglio e da giocare al massimo livello contro un avversario che è stato costruito per lottare per le primissime piazze, perché dobbiamo fare i punti che ci servono per il nostro obiettivo. Diciamo che la gara d’andata ci permette di ricordarci le caratteristiche della Triestina e gli errori che non dovremo fare domani per evitare guai”.

Come il Ravenna, anche la Triestina è reduce da una sconfitta nell’ultima partita del 2017 (2-0 a Reggio). "Sinceramente, pensavo che la Triestina, a questo punto del campionato, avesse una classifica migliore - osserva Antonioli - però l’organico che ha è di primissima qualità ed è attrezzato per dire la sua fino alla fine per le primissime posizioni e il fatto che al mercato abbiamo fatto diverse operazioni in entrata è il segno che a Trieste ci credono ancora, per cui ci vorrà il miglior Ravenna per portare a casa un risultato positivo”. Prima convocazione nel gruppo, dove gli unici assenti saranno gli indisponibili Elia Ballardini e Lucarini, per Youssef Maleh, il giovane centrocampista arrivato in settimana dal Cesena. “E’ un centrocampista con caratteristiche da mezz’ala, abbina corsa - spiega l’allenatore giallorosso - e qualità tecniche, è un giocatore di prospettiva. Il Cesena crede molto in lui, noi siamo contenti di averlo con noi e avrà le sue opportunità per dimostrare ciò che vale. Sono convinto che ci darà una grossa mano".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

Torna su
RavennaToday è in caricamento