Pali, gol ed emozioni: il Ravenna torna a casa con un buon punto dalla sfida col Sudtirol

Una missione tutt'altro che semplice per la squadra bizantina in quel di Bolzano, dove i padroni di casa hanno vinto tre partite, pareggiate quattro e perse due

Pali, gol ed emozioni. Suditor-Ravenna è stato tutt'altro un match noioso, con la squadra di Luciano Foschi che torna in Romagna con un buon punto in cassaforte. Una missione tutt'altro che semplice per la squadra bizantina in quel di Bolzano, dove i padroni di casa hanno vinto tre partite, pareggiate quattro e perse due, collezionando 13 punti dei  27 disponibili. Il Ravenna si è confermata anche in questa occasione una squadra tosta anche lontano dal Benelli, aggiornato il suo palmares stagionale fuoricasa con tre vittorie e cinque pareggi in undici gare, 13 reti segnate e 14 subite. "Risultato è giusto, credo che nel primo tempo abbiamo fatto un’ottima gara dove avremmo meritato il vantaggio - commenta Foschi -. Nel secondo abbiamo subito qualche ripartenza, qualche giocata da parte degli avversari a metà del secondo tempo quando hanno fatto tre sostituzioni. Siamo stati bravi a rimanere in partita ed a trovare il vantaggio. Il risultato è giusto, ma voglio rivedere il rigore sul quale ho molti dubbi. Di sicuro il punto è ampiamente meritato. Peccato perché una volta trovato il vantaggio potevamo controllarla meglio. Pazienza, ci prendiamo quanto buono di fatto e ci rimettiamo subito al lavoro in vista della Triestina”.

LA PARTITA - Ravenna, che deve rinunciare all’ultimo a Jidayi febbricitante, parte con il piglio giusto ma viene ben controllata dal Sudtirol. Ci prova al 17’ Selleri, oggi capitano per l’assenza di Lelj, a scuotere il match con un sinistro da 25 metri ben controllato da Offredi. Passano 5 minuti e sugli sviluppi di un calcio di punizione conquistato da Nocciolini è Pellizzari a calciare dal limite, ma la conclusione è alta sopra la traversa. La prima occasione per il Sudtirol è subito dopo la mezz’ora, il cross di Tait è pericoloso, ma Pellizzari anticipa tutti e chiude in angolo. Al 42’ una grande occasione per il Ravenna, bella combinazione di Galuppini e Nocciolini con il primo che si incunea nell’area piccola, contrastato da Ierardi e Casale riesce comunque a calciare, ma la sua conclusione si abbatte sul palo. Alla ripresa delle ostilità è il Sudtirol che sembra più convinto, complici anche le tre sostituzioni operate da Zanetti che danno linfa alla mediana biancorossa. In 12 minuti sono tre le occasioni per i padroni di casa, sulla prima è bravo Pellizzari a spendere il giallo per fermare il contropiede di De Cenco, sulle altre è il palo a negare la gioia del gol alla punta italo brasiliana. Il primo legno clamoroso su una azione corale dei padroni di casa che riescono a fare arrivare la palla sul secondo palo alla punta che complice anche il disturbo di Papa non riesce a realizzare con lo specchio della porta spalancato davanti. La seconda occasione arriva sul cross del neo entrato Turchetta, ma l’incornata termina sul palo. I giallorossi dopo questa fase riprendono il pallino del gioco ed alla prima occasione puniscono il Sudtirol. Al 34’ da corner battuto da Selleri Pellizzari spizza di testa sul primo palo prolungando sul secondo, dove il più lesto di tutti è Papa a realizzare il suo primo goal in campionato. Il vantaggio giallorosso però non dura più di due minuti, sul cross di Fabbri è di nuovo De Cenco a svettare di testa, ma l’incornata viene deviata da Venturi sulla traversa, la palla rimane lì e viene spazzata via da Boccaccini. Di diverso avviso il direttore di gara che ravvisa una irregolarità del difensore giallorosso e concede, tra le proteste, un rigore più che dubbio. Sul dischetto si presenta Berardocco che realizza nonostante Venturi avesse intuito l’angolo. Il Ravenna prova a riportarsi in avanti per ritrovare il vantaggio, ma non riesce a creare nuovi pensieri dalle parti di Offredi. 

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Tragedia in autostrada: si scontra contro un'auto, muore motociclista

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento