Superbike, Bautista rosso pigliatutto a Phillip Island. A Rea le briciole, Melandri fuori dal podio

Non c'è stata storia. Il "Cannibale" Jonathan Rea si è dovuto accontentare delle briciole, incassando tre secondi posti.

Alvaro Bautista pigliatutto a Phillip Island. Nemmeno lo spagnolo si sarebbe potuto immaginare un impatto così importante al mondiale Superbike. Il ducatista e la Panigale V4 sono un tutt'uno. E dopo aver dominato Gara 1 il sabato, l'ex MotoGp ha messo le mani sulla Superpole Race, la minigara di dieci giri a tutto gas per stabilire la pole della domenica, e annichilito la concorrenza in Gara 2. Non c'è stata storia. Il "Cannibale" Jonathan Rea (Kawasaki) si è dovuto accontentare delle briciole, incassando tre secondi posti.

Melandri fuori dal podio

E nella domenica australiana c'è un po' di gloria anche per Leon Haslam. Rientrato nel mondiale delle derivate di serie dopo aver vinto il campionato britannico, l'inglese ha riscattato la scivolata del sabato prendendosi due terzi posti. Marco Melandri non ha ripetuto il podio del sabato. Nella Superpole Race si è dovuto accontentare del sesto posto, mentre in Gara 2 ha sofferto un improvviso calo delle gomme, chiudendo ancora una volta sesto alle spalle delle Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes e davanti alla Panigale di Chaz Davies.

Il potenziale della Panigale

Ma qual è il vero potenziale della Panigale V4? E' l'immagine sorridente di Bautista o quella sofferente di Davies? Il nuovo bolide rosso, come l'ha definito lo stesso Bautista, "è una MotoGp stradale". Quindi è chiaro il vantaggio dello spagnolo nel capire meglio i segreti della nuova arma nata dalle officine bolognesi sotto lo sguardo attento dell'ingegner Gigi Dall'Igna. Sicuramente dispone di un motore che è potenza pura, ma come si visto non è un vantaggio per chi ha a che fare con la Panigale. E' Ducati ha trovato in Bautista la propria arma vincente. Prossimo appuntamento in Thailandia, a Buriram. Un'altra pista che potrebbe regalare soddisfazioni alla rossa. La sfida ripartirà con Bautista a quota 62 punti, Rea a 49 e Melandri a 30.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Dramma sui binari: perde la vita travolta da un treno

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

Torna su
RavennaToday è in caricamento