Superbike a Imola, venerdì a Rea. Checa 2°, Melandri 5°

E’ febbre da Superbike a Imola, dove questo weekend si disputa il terzultimo appuntamento del mondiale delle derivate di serie. Venerdì il miglior tempo è stato ottenuto dalla Castrol Honda di Jonathan Rea davanti a Carlos Checa

Marco Melandri in azione a Imola (foto di Cristiano Frasca)

E’ febbre da Superbike a Imola, dove questo weekend si disputa il terzultimo appuntamento del mondiale delle derivate di serie. Nella prima giornata di prove la migliore prestazione è stata ottenuta dalla Castrol Honda di Jonathan Rea in 1’48”241, precedendo di appena 159 millesimi la Ducati Althea di Carlos Checa, favorito numero uno per la vittoria. Terzo tempo per la Bmw di Leon Haslam davanti alla Suzuki di Michel Fabrizio e alla Yamaha di Marco Melandri.

“Non è andata male, considerando che a Imola ci manco dal 1999 – ha esordito il pilota di Ravenna -. "Ho fatto fatica a gestire la potenza. Abbiamo fatto un intenso lavoro ai box per trovare il giusto compromesso per gestire al meglio la moto tra una curva e l'altra. Stiamo lavorando nella giusta direzione e speriamo di poter fare dei passi avanti durante le qualifiche di sabato mattina”.

Checa ha dimostrato che è lui l'uomo da battere anche a Imola, confermando il suo ottimo feeling con la pista romagnola che nel 2010 gli regalò una splendida doppietta. Lo spagnolo, avviato al suo primo titolo mondiale, ha completato infatti ben otto giri sul passo dell'1'48''5, un ritmo insostenibile per tutta la concorrenza. Rea, ad esempio, è riuscito solo due volte a scendere sotto il muro dell'1'49", realizzando il miglior tempo all'ultimo dei suoi passaggi.

Abbiamo fatto un buon lavoro. La base è buona, anche se c'è ancora da migliorare – ha commetato lo spagnolo -. Sarà una gara difficile, però per il momento possiamo ritenerci soddisfatti. Mi dispiace per l'assenza di Max (Biaggi, ndr), un avversario che questo weekend mi avrebbe reso sicuramente la vita difficile. Ma devo stare attento anche a Melandri, che non è andato male. Il nuovo asfalto ha un buon grip, ora bisogna trovare la gomma giusta per la gara”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

  • Proroga della chiusura delle scuole? In Regione ci stanno pensando. L'assessore alla Sanità: "E' probabile"

Torna su
RavennaToday è in caricamento