Superbike, Rea torna "Cannibale" e domina Imola. Melandri risale fino al 6° posto

Il ravennate, scattato dalla dodicesima posizione, è stato autore di una prova regolare e senza sbavature, chiudendo ad oltre 31 secondi dal vincitore

Foto Yamaha Team Grt

Marco Melandri archivia Gara 1 del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale Superbike, con un sesto posto. Il ravennate, scattato dalla dodicesima posizione, è stato autore di una prova regolare e senza sbavature, chiudendo ad oltre 31 secondi dal vincitore Jonathan Rea. Il nordirlandese ha scelto la gara di casa della Ducati per rompere il dominio di Alvaro Bautista e tornare sul gradino più alto del podio. Il nordirlandese della Kawasaki ha dominato la manche del sabato, confermando il suo rapporto d'amore con i sali e scendi dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il campione del mondo sin dal primo turno di prove libere ha dimostrato di averne di più rispetto agli avversari; tuttavia una sbavatura gli ha impedito di partire dalla Superpole. Scattato dalla seconda posizione, il "Cannibale" ha impiegato poche curve per prendere la fuga. E' subito uscito di scena Chaz Davies, tradito da un problema sulla sua Panigal

Bautista ha corso in difesa, su una pista che deve ancora dargli del "tu", prendendo 20 punti importanti in chiave campionato. Alle spalle dei due contendenti allo scettro di campione del mondo la gara è stata divertente. Sparito di scena Tom Sykes, tradito dalla sua Bmw, il podio se l'è preso di forza Toprak Razgatliouglu, precedendo di un nulla Michael Van Der Mark (Yamaha) e Leon Haslam (Kawasaki). Alle loro spalle Melandri ha guadagnato la sesta piazza a suon di sorpassi, completando la rimonta sul compagno di marca Alex Lowes con un bell'attacco alla Variante Bassa. Completano la top ten Michael Ruben Rinaldi (Ducati Barni), Lorenzo Zanetti (Ducati Motocorsa) e Markus Reiterberger (Bmw). Chiude il gruppo Alessandro Delbianco (Honda Mia Althea), 15esimo.

Supersport

Nella classe Supersport Randy Krummenacher (Bardahl Evan Bros. WorldSSP Team) toglie la pole positio al compagno di squadra Federico Caricasulo. "La prima fila è importante considerando che è attesa la pioggia - ha commentato il ravennate -. Tuttavia non sono molto soddisfatto, abbiamo avuto diversi problemi nel weekend". Completa la prima fila Jules Cluzel (GMT94 Yamaha), incappato in una caduta fatta alla Variante Bassa a pochi minuti dalla fine. Le Yamaha continuano a dominare la classifica, ce ne sono sei nelle prime dieci posizioni. Nonostante la caduta del venerdì, Thomas Gradinger (Kallio Racing) riesce ad aggiudicarsi la quarta casella ad un secondo dal leader della sessione. Quinta piazza per Hikari Okubo (Kawasaki Puccetti Racing) è il primo pilota con una Kawasaki seguito da Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse) e dal compagno di squadra Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing).
 
Ottime prestazioni di Luca Ottaviani (SGM Tecnic) che al suo esordio nel Campionato del mondo FIM Supersport si qualifica in decima posizione, preceduto dall’altra wildcard, il veterano Massimo Roccoli (Team Rosso Corsa) che per questo fine settimana correrà con un casco dedicato a Marco Pantani, e da Ayrton Badovini (Team Pedercini Racing) in ottava piazza. Hannes Soomer (MPM WILSport Racedays) è il miglior pilota Honda nelle qualifiche ad Imola e scatterà dall’11esima posizione.

Potrebbe interessarti

  • I segreti del bicarbonato di sodio: un toccasana per la nostra casa

  • Cosa attrae le zanzare? E' tutta colpa della chimica

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

I più letti della settimana

  • Il vento devasta il parco di Cervia: alberi crollati e arredi distrutti

  • Sciagura in serata: moto si schianta contro un'ambulanza, muore un 28enne

  • Spiagge devastate dal maltempo: turisti e bagnini fanno squadra per ripulirle

  • Le crolla un albero addosso mentre passeggia in pineta: donna in gravi condizioni

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Milano Marittima devastata dalla tempesta: la spiegazione del violento evento atmosferico

Torna su
RavennaToday è in caricamento