Superbike, la pioggia battente rovina la festa a Imola: cancellata Gara 2

La pioggia è intensificata, i piloti hanno anche provato due passaggi per verificare le condizioni del tracciato, ma alla fine ha prevalso la prudenza

La pioggia chiude in anticipo il weekend della Superbike a Imola. Il maltempo ha risparmiato la Superpole Race, vinta da Jonathan Rea davanti a Chaz Davies e Alvaro Bautista, e la gara della Supersport, conquistata da Randy Krummenacher su Federico Caricasulo e Raffaele De Rosa. Ma l'attesa perturbazione è arrivata a bagnare l'autodromo Enzo e Dino Ferrari un'ora prima dello start di Gara 2. Si è fatto il possibile per permettere ai piloti di gareggiare in sicurezza, mandando sul tracciato anche un trattore equipaggiato si soffione per asciugare le traiettorie. Ma non è servito.

La pioggia è intensificata, i piloti hanno anche provato due passaggi per verificare le condizioni del tracciato, ma alla fine ha prevalso la prudenza. Rea ed Haslam erano tra i pochi piloti pronti a scattare al semaforo verde, con il nordirlandese tra i più rammaricati, insieme al pubblico, a non disputare la manche. "No" categorico di Bautista, soprattutto per la vicinanza dei muri, mentre Davies, Sandro Cortese, Marco Melandri e Alex Lowes hanno evidenziato la mancanza di visibilità per i piloti in scia. E così con grande rammarico per gli appassionati, che hanno sfidato freddo, pioggia e vento, si è concluso anzitempo il weekend imolese del campionato delle derivate di serie.

La Superpole Race

Al mattino Rea ha bissato la vittoria di Gara 1, facendo sua la Superpole Race che stabilirà la griglia di partenza di Gara 2. Il nordirlandese della Kawasaki ha avuto la meglio su Chaz Davies e Bautista. Il gallese ha commesso nelle fasi iniziali della gara un errore che gli ha impedito di lottare per la vittoria, impiegando diversi giri a sopravanzare il compagno di box. La Ducati numero 7 ha cercato di ricucire il gap sulla "verdona" numero 1, stabilendo anche il nuovo record della pista in 1'45"727.

Qualcosa di eccezionale se si pensa che su alcune aree della pista, specie tra la Piratella e le Acque Minerali, vi erano delle chiazze di acqua per la pioggia caduta nella notte. Ma il gap di oltre un secondo che si era creato ha imoedito a Chaz di completare l'impresa. Quarto e quinto posto per le Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes. Dodicesimo Lorenzo Zanetti (Ducati Motocorsa) e 15esimo Michael Ruben Rinaldi (Ducati Barni). Malissimo Melandri, solo 17esimo (Yamaha GRT) ad oltre 40", davanti a Alessandro Delbianco (Honda Althea). La Superbike dà appuntamento al prossimo round a Jerez, prima di tornare in Italia per il round di Misano.

Potrebbe interessarti

  • I segreti del bicarbonato di sodio: un toccasana per la nostra casa

  • Cosa attrae le zanzare? E' tutta colpa della chimica

  • Biblioteche a Ravenna: elenco, contatti e informazioni

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

I più letti della settimana

  • Il vento devasta il parco di Cervia: alberi crollati e arredi distrutti

  • Sciagura in serata: moto si schianta contro un'ambulanza, muore un 28enne

  • Spiagge devastate dal maltempo: turisti e bagnini fanno squadra per ripulirle

  • Le crolla un albero addosso mentre passeggia in pineta: donna in gravi condizioni

  • Milano Marittima devastata dalla tempesta: la spiegazione del violento evento atmosferico

  • Alberi crollati sulle auto e strade bloccate: scene da apocalisse a Milano Marittima

Torna su
RavennaToday è in caricamento