Superbike, Rea domina Gara 1. Bautista ancora a terra. Melandri nono

Marco Melandri chiude nono davanti a Michael Ruben Rinaldi. Buon tredicesimo posto per Alessandro Delbianco.

Alvaro Bautista sbaglia. Jonathan Rea no. E cambia l'inerzia di un mondiale Superbike che sono ad Imola sembrava saldamente nelle mani dello spagnolo. Il portavalori della Ducati ha commesso il quarto errore in otto gare, vedendo scappare il nordirlandese a +49. Il pilota della Kawasaki, che non ha mai mollato nonostante lo strapotere della Ducati numero 19 nei primi round, a Laguna Seca si è regalato l'ottavo successo stagionale, il 79esimo in carriera. Ha fatto il vuoto, staccando Chaz Davies, che nei circuiti old style riesce sempre a guidare sopra i problemi della Panigale V4R, e Toprak Razgatlioglu, da rivelazione e realtà del campionato delle maxi derivate di serie. 

Rea ha avuto le Ducati con la livrea celebrativa della 916 in scia per quattro giri, poi Bautista ha gettato al vento un podio sicuro sulla ghiaia della Curva 5. Ripartito ha chiuso 17esimo. Quarto zero in otto gare. E un mondiale che prende la direzione di Ballymena quando fino alla vigilia di Imola sembrava ampiamente chiuso. Quarto Tom Sykes davanti ad Alex Lowes. Marco Melandri chiude nono davanti a Michael Ruben Rinaldi. Buon tredicesimo posto per Alessandro Delbianco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

  • Cucciolo di maiale nel freezer del supermercato, l'Enpa: "Mancanza di buon gusto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento