Superbike, Rea si conferma cannibale. Melandri chiude nelle retrovie

Marco Melandri ha concluso il weekend argentino con un 15esimo ed un 14esimo posto

Sabato ha scelto di non correre come altri sei piloti. Marco Melandri ha concluso il weekend argentino con un 15esimo ed un 14esimo posto. E' stata la domenica di Jonathan Rea: non sazio dopo aver preso il quinto titolo consecutivo, ha imposto la propria legge anche in Sudamerica dominando sia la Superpole Race che Gara 2. Nella manche veloce ha preceduto il vincitore di Gara 1, Alvaro Bautista, mentre in Gara 2 la Ducati ad inseguire la Ninja era quella di Chaz Davies.

Abbonato al terzo posto il turco Toprak Razgatlioglu, al tredicesimo podio in stagione e fresco di titolo di migliore tra i piloti privati. Deludente la prova degli altri romagnoli: Michael Ruben Rinaldi (Ducati Barni) ha chiuso la domenica con un 14esimo e undicesimo posto, mentre Alessandro Delbianco dopo la 16esima posizione del mattino non ha visto la bandiera a scacchi nel pomeriggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

Torna su
RavennaToday è in caricamento