Tennis, 60 giocatori in campo per il trofeo 'Oremplast'

Al termine di tre giornate di gara molto intense, sono stati Fabio Felicetti e Chiara Giorgetti a scrivere i loro nomi nell’albo d’oro

Oltre sessanta fra giocatori e giocatrici si sono dati appuntamento per il trofeo “Oremplast”, torneo nazionale di terza categoria maschile e femminile andato in scena sui campi del Circolo Tennis Massa Lombarda da venerdì 6 a domenica 8 marzo con la formula Rodeo. Al termine di tre giornate di gara molto intense, prima che l’emergenza Coronavirus portasse allo stop dell’attività sportiva (fino al 3 aprile), sono stati Fabio Felicetti e Chiara Giorgetti a scrivere i loro nomi nell’albo d’oro.

Nella gara maschile (47 iscritti) ha rispettato il ruolo di favorito numero uno Felicetti, 3.1 portacolori del Circolo Tennis Conselice, che in semifinale ha superato con un periodico 4-1 il “padrone di casa” Giacomo Caroli (3.2, numero 5 del seeding) e nel match clou ha prevalso con il punteggio di 4-0 0-4 10/6 sul ravennate Claudio Celaj. Il giovane allievo di Tennix Aquae nel turno precedente aveva vinto per 4-1 4-1 il “derby” giovanile su Lorenzo Beraldo (3.2), suo compagno di squadra al Tennis Club Faenza.

Nel femminile fasi finali contraddistinte dalla giovane età delle protagoniste. Ad arrivare sino in fondo è stata Chiara Giorgetti (3.3, Tennis Viserba), che ha messo in fila in semifinale la 3.4 Alice Stella per 4-15-3 e in finale la 3.3 ravennate Olimpia Bergonzoni, altra allieva di Tennix Aquae, imponendosi in rimonta per 0-4 4-0 10/5. Quest’ultima si era qualificata per l’atto conclusivo battendo 4-0 4-1 Sofia Cilibic.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Siamo soddisfatti di questo weekend di gare, considerando soprattutto il buon numero degli iscritti – il commento del presidente del Circolo Tennis Massa Lombarda, Fulvio Campomori - forse persino oltre le aspettative vista la situazione problematica legata all’emergenza sanitaria, e il fatto di aver visto molti giovani tra i protagonisti. Peccato che in una bella domenica di sole, con temperature primaverili, le competizioni si siano svolte a porte chiuse nel rispetto delle norme per contenere la diffusione del Coronavirus. Il clima festoso delle gare è sicuramente stato turbato dalle notizie che giungevano dai media e dai social. Ci auguriamo tutti di tornare il prima possibile ad una vita più normale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

Torna su
RavennaToday è in caricamento