Tennis, Massa Lombarda sconfitto a Torre del Greco

Un confronto che si è protratto per oltre undici ore, fra pioggia, interruzioni e riprese, attese e fatica

Un confronto che si è protratto per oltre undici ore, fra pioggia, interruzioni e riprese, attese e fatica. Non è bastato però al Circolo Tennis Massa Lombarda per tornare con un risultato positivo dalla trasferta sui campi del New Tennis Torre del Greco: la formazione campana si è imposta per 5-1 sulla giovanissima squadra capitanata da Michele Montalbini, ipotecando il secondo posto nel gruppo 3 e quindi la permanenza nel massimo campionato senza passare attraverso i playout.

Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre).  Senza poter contare sul cinese Zhizhen Zhang, numero 179 Atp (2.1 classifica italiana), Julian Ocleppo, in semifinale in un torneo Future ITF a Sharm El Sheikh, e pure Samuele Ramazzotti (2.2), la formazione romagnola poco ha potuto contro un avversario che ha schierato un prima categoria come Raul Brancaccio e il croato Franko Skugor, che hanno lasciato tre game rispettivamente al 19enne Alessio De Bernardis e all’under 18 Riccardo Perin. Niente da fare anche per il baby Marco Cinotti (15 anni) contro Antonio Mastrelia, mentre il punto per il CT Massa Lombarda è stato ottenuto da Lorenzo Rottoli (classe 2002, classifica 2.4), capace di piazzare un altro bel “positivo” ai danni del 2.3 Giovanni Cozzolino. Ma nei doppi, a differenza di quanto accaduto all’andata, le coppie campane non hanno lasciato scampo al team targato Oremplast, cogliendo il successo pieno con un definitivo 5-1 (a riscattare il 3-3 dell’andata che tanto amaro in bocca aveva lasciato ai napoletani), quando erano passate da oltre un quarto d’ora le 21.

NEW TENNIS TORRE DEL GRECO- CT MASSA LOMBARDA 5-1

Raul Brancaccio (T) b. Alessio De Bernardis (M) 61 62

Franko Skugor (T) b. Riccardo Perin (M) 61 62

Lorenzo Rottoli (M) b. Giovanni Cozzolino (T) 61 76(2)

Antonio Mastrelia (T) b. Marco Cinotti (M) 64 62

Raul Brancaccio/Franko Skugor (T) b. Riccardo Perin/Alessio De Bernardis (M) 64 60

Filippo Palumbo/Antonio Mastrelia (T) b. Lorenzo Rottoli/Marco Cinotti (M) 62 60

La sesta e ultima giornata della prima fase è in calendario domenica 17 novembre e vedrà il Circolo Tennis Massa Lombarda rendere visita all’Angiulli Bari, che domenica 10 recupera il confronto con il New Tennis Torre del Greco valido per la quarta giornata (rinviato per l’impegno alle qualificazioni Next Gen Italia di Gian Marco Moroni). La squadra pugliese ha in rosa come stranieri l’ungherese Attila Balazs (1.16), il croato Nino Serdarusic (1.17) e lo spagnolo Oriol Roca Batalla (2.1), poi Andrea Pellegrino (2.1), Luca Narcisi (2.4), Andres Gabriel Ciurletti (2.4), Giovanni Narcisi (2.5), Duilio Beretta Avalos (2.5), Benito Massacri (2.4), Nicola Pipoli (2.6), Domenico D’Alena (2.6) e Gianfranco Addante (3.1). Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento