Al "Rocco" è festa alabardata: Ravenna travolto dalla Triestina 3-0

La Triestina chiude la serata in festa, sfiorando il porker in più occasioni e strappando applausi convinti ai 4mila del “Rocco”.

Foto da TriestePrima

La Triestina vince contro il Ravenna dopo una bella prestazione corale, soffrendo un po' troppo le ripartenze dei bizantini che nel primo tempo hanno espresso un calcio di buona qualità.  “Siamo stati esteticamente belli, il problema è che la Triestina ha fatto goal, e nel calcio questo conta - ha evidenziato Foschi -. Mi risulta davvero difficile commentare questo risultato. Ripeto, soprattutto nel primo tempo il risultato è stato bugiardo, non perché siano successe cose strane, ma perchè noi abbiamo giocato meglio della Triestina ma abbiamo subito due goal. Rientrare su questo campo contro questa squadra non era facile. Quando giochi contro queste squadre devi limitare al massimo gli errori, se non lo fai rischi di perdere 3-0 una partita anche giocando bene”. Domenica alle 18,30 arriva il Monza capolista a punteggio pieno, subito un’opportunità di riscatto per i giallorossi, sicuramente non la più semplice. Questa volta oltre ai complimenti serviranno i punti.

Parziale turnover per la Triestina che deve peraltro rinunciare forzatamente al Diablo Granoche, non in perfette condizioni fisiche dopo la trasferta di Rimini e costretto a partire dalla panchina. Il Ravenna risponde con Raffini al centro dell’attacco supportato da Selleri e Nocciolini, mentre per difesa e centrocampo sono confermati gli uomini dell’ultima contro il Sudtirol. I romagnoli approcciano molto bene al match lavorando sulle corsie esterne, al 5’ un interessante cross dalla sinistra di Selleri viene malamente sciupato da Nocciolini sul secondo palo. Passano 2’ e l’Unione trova il vantaggio con Bracaletti, abile ad indirizzare un preciso rasoterra col destro dall’interno dell’area dopo un tentativo di Procaccio ribattuto dalla difesa ospite.

La bella rete del dieci alabardato infonde entusiasmo, Procaccio ci prova poco dopo col detsro improvviso dai venti metri, Venturi non perfetto mette in corner. Al 13’ bella combinazione Bracaletti-Mensah, l’attaccante si attarda però nella rifinitura al compagno molto ben piazzato in area e l’azione sfuma.  La contesa è a viso aperto e più che gradevole, la Triestina sfiora il raddoppio al 20’ con un fendente rasoterra di Beccaro dal limite su cross di Libutti, Venturi blocca non senza difficoltà. La risposta ospite arriva su azione d’angolo con una pericolosa incornata di Boccaccini nel cuore dell’area giuliana, palla alta di poco. Al 27’ ci prova Jiday con un destro al volo dai venti metri, impatto ottimo con la sfera poi comunque ben contenuta da Valentini.

Il Ravenna si conferma osso piuttosto duro con automatismi ben collaudati, nella parte centrale della prima frazione l’Unione contiene provando a sfruttare gli spazi in contropiede.  E dopo un paio di chances non sfruttate a dovere, l’Unione trova il raddoppio al 37’ con Beccaro, abile a scaricare in rete da pochi metri un sinistro al volo di Procaccio dall’interno dell’area. A 5’ dall’intervallo Triestina a pochi centimetri dal tris con Bracaletti, grazie a un destro sugli sviluppi di un’azione da palla inattiva che termina alto di un soffio a Venturi battuto. Al 42’ ci prova dai venti metri ancora Beccaro su assistenza di Mensah, la mira però non è sufficiente e gli ospiti si salvano. Si Arriva così al riposo tra gli applausi convinti del “Rocco”, Unione che ha saputo soffrire quando c’era da soffrire, rivelandosi letale in zona-gol e capace di sfiorare concretamente anche il tris.

Si riparte con un doppio cambio ospite, escono Jiday e Bresciani ed entrano Barzaghi e Siani. Prime battute equilibrate e senza emozioni di rilievo, gli ospiti provano a imporre il gioco ma l’Unione non rischia nulla ed è pronta a farsi vedere in avanti. Cambio Triestina al 14’, fuori Procaccio e dentro Petrella, mentre poco dopo sono gli ospiti ad inserire Magrassi e Trovade per Selleri e Raffini. Il Ravenna non si rende comunque mai pericoloso e l’Unione dopo un paio di ripartenze ficcanti trova il tris su rigore con Bracaletti, penalty concesso per fallo da ultimo uomo di Boccaccini su Mensah (rosso al difensore ravennate). A un quarto d’ora dal termine dentro Bolis e Bariti per Coletti e Bracaletti, la Triestina diverte e si diverte al cospetto di un “Rocco” festante, Bolis prima e Petrella poi vanno vicinissimi al poker negli ultimi 10’, nei quali c’è spazio per Steffè e per l’esordio del giovanissimo De Panfilis. La Triestina chiude la serata in festa, sfiorando il porker in più occasioni e strappando applausi convinti ai 4mila del “Rocco”.

Potrebbe interessarti

  • Ristoranti messicani: i nostri consigli per un cena piccante e gustosa in Romagna

  • Uno sciame d'api in casa? Come allontanarle pacificamente

  • Cervicale infiammata: i rimedi e gli esercizi per rimettersi in forma

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • Il ricordo straziante del nonno per l'ultimo saluto al piccolo Edoardo: "L'unico amore della mia vita"

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • Bimbo morto annegato a Mirabeach, le indagini continuano. La direzione del parco: "Collaborazione con gli inquirenti"

  • Bimbo annegato, s'indaga per omicidio colposo. La tragica scena ripresa dalle telecamere

  • Fulmini e raffiche di vento da sabato pomeriggio: scatta l'allerta "gialla" per temporali

Torna su
RavennaToday è in caricamento