Ultima d’andata al Braglia per il Ravenna: "Dobbiamo ritrovare l'aggressività"

Il Ravenna chiude in trasferta il girone di andata contro il Modena

L’anticipo del sabato vedrà il Ravenna FC fare visita al Modena sul terreno del Braglia, gara ostica contro una diretta concorrente che dopo avere salutato Zironelli è passata alla guida di Mignani, esperto allenatore di categoria che ha guidato i canarini a due successi consecutivi che li hanno proiettati in zona playoff. Gli avversari hanno una rosa esperta, con giocatori che ben conoscono la serie C, come De Grazia, Ingegneri, Laurenti, la qualità di Sodinha o Tulissi in attacco, una formazione da prendere con le molle e che si presenterà in fiducia.

Una fiducia che Luciano Foschi con il suo staff ha cercato di trasmettere durante la settimana, per cercare di togliere dalla testa dei giallorossi tutti quei dubbi che i risultati negativi delle ultime settimane hanno portato. Il Ravenna per potere conquistare punti dovrà ripartire da quelle certezze, quella intensità e cattiveria agonistica fondamentali in un girone difficile come il nostro. A Modena il centrocampo dovrà essere rivisto alla luce delle squalifiche di Selleri e D’Eramo, che si aggiungono alla assenza di Martorelli, il cui problema muscolare agli adduttori lo terrà fuori dal campo probabilmente fino a dopo la sosta. Probabile chance in mediana per Mustacciolo. In diffida Ronchi e Nocciolini.

I precedenti al Braglia vedono i giallorossi vittoriosi in una sola occasione nella serie B del 2007/08 grazie alla doppietta di Succi, in difesa tra gli avversari l’attuale capitano canarino Perna, che sabato sarà assente per infortunio. La gara inizialmente prevista per le ore 15, verrà disputata con 15 minuti di ritardo in seguito a disposizioni della Lega Pro al fine di sensibilizzare il Governo alla concessione della defiscalizzazione per i club della Serie C mirata al reinvestimento di dette somme su strutture e formazione dei giovani.

"Tutta la settimana abbiamo lavorato sulla testa dei ragazzi perché ritrovino intensità e aggressività. Di fronte a noi il Modena che sarà alla ricerca di quei meccanismi che il nuovo allenatore sta cercando di trasmettere - commenta il mister -. Conosco bene Mignani ed è un ottimo allenatore, sarà una squadra organizzata che cerca di fare la partita. Abbiamo qualche defezione a centrocampo, ma questo fa parte del gioco, chi andrà in campo saprà farsi trovare pronto, chiaro che poi si riducono le soluzioni nel corso della gara. Siamo abituati a non piangerci addosso e non lo faremo adesso. Siamo anche abituati a rimboccarci le maniche e lavorare sodo per superare le difficoltà che ci sono, è indubbio, ma noi non siamo un gruppo che molla e lotteremo per raggiungere il nostro obiettivo con tutti i mezzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento