Volley A1, alla Bunge Ravenna la Befana porta la Calzedonia

Il 2017 inizia con una trasferta proibitiva per la Bunge Ravenna, che domenica a Verona fa visita a una Calzedonia in netta ripresa

Il 2017 inizia con una trasferta proibitiva per la Bunge Ravenna, che domenica a Verona fa visita a una Calzedonia in netta ripresa (inizio ore 18, arbitri Simone Santi di Perugia e Bruno Frapiccini di Ancona). Spenti i riflettori sul match del 29 dicembre in casa contro la Sir Safety Perugia, con il Pala De André riempito in ogni ordine di posti (più di 3300 persone sulle tribune del palazzetto), Torres e compagni affrontano un avversario cambiato nello spirito dall’arrivo del nuovo tecnico Nikola Grbic, che ha riportato entusiasmo in un gruppo costruito per lottare per le prime quattro posizioni della Superlega. “Siamo partiti senza forzare troppo dopo la pausa – dichiara il coach Fabio Soli – in modo di riprendere la forma migliore in maniera graduale. Affrontiamo un avversario che attraversa un buon momento, che si è ritrovato con il cambio dell’allenatore, anche se a mio avviso non c’è nulla da imputare a Giani. Serviva una scossa e il gruppo ha risposto nel modo giusto, centrando due vittorie di fila senza perdere nemmeno un set”.

Il sestetto iniziale della Bunge non dovrebbe cambiare rispetto a quello della gara interna con Perugia, con Spirito al palleggio, Torres opposto, Lyneel e Van Garderen schiacciatori e Ricci e Bossi al centro (Goi libero). Anche se il compito è tutt’altro che semplice, i ravennati proveranno a replicare l’impresa del giorno di Santo Stefano, quando sono riusciti a espugnare addirittura il PalaPanini dei campioni di Italia della Azimut Modena. “Verona sta bene, come speriamo anche noi, e va sfidato con il massimo rispetto ma senza timori. All’andata ci ha messo sotto nonostante un prestazione positiva da parte nostra, grazie alle tante alternative a disposizione nel suo organico. Per contrastare la Calzedonia sarà fondamentale tenere alto il livello del servizio e cercare di rispondere colpo su colpo quando ci capiterà l’occasione. Sarà una partita da giocare con grande spirito di sacrificio e serenità – termina Soli – cosa che ci è riuscita più volte negli ultimi tempi”.

Nonostante sul suo campo sia spesso caduta (tre ko in otto gare, tra cui al tiebreak contro Vibo Valentia), la Calzedonia è una formazione di assoluto livello, senza apparenti punti deboli in ogni reparto. Il sestetto titolare dovrebbe registrare qualche variazione rispetto alla partita di andata disputata a Ravenna, con la presenza del martello Kovacevic al posto di Lecat e del centrale Anzani al posto dell’ex Mengozzi. Il resto della squadra sarà formata dalla diagonale composta dal regista Baranowicz e dall’opposto Djuric, da Zingel al centro e da uno tra Lecat, Randazzo e Ferreira in banda (libero Giovi). “Quella con Ravenna – spiega l’ultimo arrivato in casa gialloblù, Luigi Randazzo – sarà una partita molto importante per riuscire a continuare in questa striscia positiva di risultati. Dobbiamo mantenere la massima concentrazione perché loro sono una squadra forte che ha avuto anche ottimi risultati”.

IN TV La partita di Verona tra Calzedonia e Bunge sarà trasmessa in diretta dalle ore 18 su Lega Volley Channel (piattaforma Sportube). Inoltre Teleromagna trasmette gli incontri ogni martedì alle ore 21 sul canale digitale terrestre 192 TeleromagnaSport e ogni mercoledì alle ore 22.45 sul canale 14 Teleromagna (visibile anche in streaming dal sito Teleromagna).

A CACCIA DI RECORD:
In Regular Season: Simone Anzani – 15 punti ai 1000 (Calzedonia Verona).
In Campionato: Stefano Mengozzi – 1 muro vincente ai 400, Aidan Zingel – 5 muri vincenti ai 300 (Calzedonia Verona).
In Campionato e Coppa Italia: Uros Kovacevic – 2 muri vincenti ai 100 (Calzedonia Verona).

IL PROGRAMMA – Quinta giornata di ritorno (domenica 8 gennaio, ore 18): Azimut Modena-Top Volley Latina (arbitri Pozzato e Gnani), Exprivia Molfetta-Kioene Padova (Sobrero e Braico), Calzedonia Verona-Bunge Ravenna (Santi e Frapiccini), Cucine Lube Civitanova-Revivre Milano 3-0 (disputata ieri), Diatec Trentino-LPR Piacenza (Cesare e Boris), Gi Group Monza-Biosì Indexa Sora (Rapisarda e Florian), Sir Safety Perugia-Tonno Callipo Vibo Valentia (Zavater e Bartolini).

CLASSIFICA: Civitanova* 47 punti, Trento 41, Perugia 40, Modena 38, Verona 31, Piacenza 27, Monza  25, Vibo Valentia 24, Ravenna 19, Molfetta 15, Latina 14, Padova 14, Milano* 13, Sora 12 (* una gara in più).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Volley, una sberla che fa male: Bunge ko e addio playoff

    • Politica

      Terremoto PD, c'è l'addio di Vasco Errani: "Un partito alla deriva"

    • Cronaca

      Da Padova a Ravenna per rubare nelle isole ecologiche: tre fermati, sono già liberi

    • Incidenti stradali

      Sbandata in autostrada e schianto con un frutteto: paura per un 43enne

    I più letti della settimana

    • Superbike, si ricomincia da Rea. Furia Melandri: "buttato fuori" da Lowes

    • Duellò con Coppi e Bartali: addio Vito Ortelli. Era la più anziana maglia rosa ancora in vita

    • Superbike al via, Melandri 5° nelle prime prove: "Obiettivi? Penso a divertirmi"

    • A Ravenna si ricomincia a respirare aria di football con i Chiefs

    • Ginnastica artistica maschile, l'Edera coglie tante soddisfazioni a Cesena

    • Arrampicata sportiva campionato giovanile, tre medaglie d’argento per l’istrice Ravenna

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento