Volley femminile, la Conad deve battagliare per 5 set: sbancata anche Roma

La squadra guidata da coach Simone Bendandi lascia per strada il primo punto in trasferta, ma è la prima compagine a uscire con un successo dall’Honey Sport City della capitale

Quarta vittoria consecutiva per la Conad Olimpia Teodora Ravenna, che esce vincitrice da una battaglia di oltre 2 ore e batte a domicilio Roma per 2-3. La squadra guidata da coach Simone Bendandi lascia per strada il primo punto in trasferta, ma è la prima compagine a uscire con un successo dall’Honey Sport City della capitale. "Mi aspettavo sarebbe stata una partita molto equilibrata - afferma l'allenatore - anche perché loro non avevano ancora perso quest’anno su questo campo. In questo palazzetto riescono spesso a esaltarsi e fare grandi giocate, quindi siamo davvero contenti di questa vittoria. Non posso che fare i complimenti alle ragazze, anche se bisogna ammettere che abbiamo commesso qualche errore di troppo, che ha permesso a una squadra ricca di giocatrici d’esperienza di respirare e trovare un gioco di qualità che ci ha messo in difficoltà. Ancora una volta però abbiamo messo in campo una grande prova di carattere e lucidità sia tecnica che tattica, quindi ci godiamo questa quarta vittoria consecutiva e torniamo a casa con l’intenzione di prepararci alla prossima battaglia".

La partita

Al fischio d’inizio coach Bendandi conferma il sestetto dell’ultima partita con diagonale Morolli-Manfredini, Strumilo e Bacchi attaccanti, Guidi e Torcolacci al centro, Rocchi libero. L’ace di Torcolacci regala il primo break a Ravenna sul 3-5 e le ospiti si portano fino al 3-7, ma l’Acqua&Sapone pareggia presto a quota 8 con 2 muri consecutivi di Mastrodicasa. La Conad cerca una seconda fuga sul 10-14, ma di nuovo le padrone di casa ricuciono sul 15-15. Nonostante l’ace di Mastrodicasa valga il sorpasso e il break sul 20-18, le ravennati tornano avanti sul 21-22 grazie a un muro di Manfredini, ma nel finale perdono lucidità: l’ace di Arciprete griffa il sorpasso sul 23-22 e Roma chiude il primo set per 25-23.

In apertura di secondo parziale c’è Parini per Torcolacci e l’ace di Guidi apre le danze, ma sono le capitoline a portarsi 4-2. La Conad pareggia (6-6) e sorpassa con il muro di Bacchi 6-7, poi, nonostante il momentaneo 8-7, vola sull’8-11 con un muro di Strumilo e un ace di Bacchi. Le ospiti toccano l’8-12, ma Roma respinge ogni tentativo di fuga, prima con l’ace di Balboni per il 12-13, poi con un gran lavoro a muro che vale la rimonta da 15-20 a 23-23. Stavolta però il finale in volata premia l’Olimpia Teodora, che chiude 23-25 grazie all’ace di Piva, entrata da qualche punto per Strumilo.

L’avvio di terzo set è tutto per le ospiti che si portano 1-4 con il muro di Parini poi, dopo il riavvicinamento sul 5-6, volano sul 7-11 con un muro di Bacchi e un super salvataggio di Piva. La partita continua a caratterizzarsi per i parziali, le padrone di casa tornano sul 10-11, ma ancora un muro di Bacchi le respinge sull’11-16. L’ace di Manfredini vale il 14-19 e Ravenna tocca il +6 sul 14-20, ma le capitoline non mollano e riescono ancora una volta a tornare sotto, pareggiando a quota 23 con un super turno di servizio di Balboni. Nel momento più difficile ci pensa però ancora Piva a levare le castagne dal fuoco, prima mettendo a terra l’attacco del 23-24, poi il muro del definitivo 23-25.

La Conad parte forte anche nel quarto set (0-4) e, dopo un momentaneo 3-4, l’ace di Piva conferma il vantaggio sul 4-8. L’ace di Cecconello vale il 6-8, ma le ospiti restano avanti 8-11. Il copione sembra simile al parziale precedente, ma, una volta trovato il pareggio sul 14-14, Roma si carica con il proprio pubblico. Il sorpasso è firmato da un secondo ace di Cecconello sul 16-15 e le padrone di casa non si guardano più indietro fino al 23-18, chiudendo poi il set per 25-20 e allungando la partita.

Il tie break regala grandi emozioni, con equilibrio e tanti cambi di vantaggio in avvio. L’Acqua&Sapone allunga prima del cambio campo sull’8-5, ma le Leonesse reagiscono e con un muro di Torcolacci, nuovamente in campo per Parini da fine quarto set, tornano a contatto sul 10-9. Il finale è uno show di Capitan Bacchi, che con due muri consecutivi pareggia a quota 12 e sorpassa sul 12-13, poi è implacabile mettendo a terra i due attacchi della vittoria per 12-15 (parziale di 0-5).

Il tabellino

Acqua&Sapone Roma Volley Club – Conad Olimpia Teodora Ravenna 2-3 (25-23, 23-25, 23-25, 25-20, 12-15)

Roma: Matrodicasa 11, Pietrelli 4, Balboni 3, Cecconello 17, Quiligotti (L), Liguori, Tosi, Arciprete 23, Pizzolato, Toliver 17. N.e.: Bucci (L), De Luca Bossa, Varani. All.: Stefano Micoli. Ass.: Andrea Mafrici.

Muri 9, ace 6, battute sbagliate 9, errori ricez. 7, ricez. pos 43%, ricez. perf 23%, errori attacco 9, attacco 36%.

Ravenna: Bacchi 17, Poggi, Piva 19, Strumilo 4, Guidi 11, Torcolacci 6, Calisesi, Manfredini 22, Parini 2, Rocchi (L), Morolli 2. N.e.: Canton. All.: Simone Bendandi. Ass.: Dominico Speck

Muri 18, ace 7, battute sbagliate 13, errori ricez. 6, ricez. pos 44%, ricez. perf 20%, errori attacco 16, attacco 37%.

Arbitri: Enrico Autuori e Rosario Vecchione
La classifica

Regular Season Serie A2 Girone B

DELTA INFORMATICA TRENTINO 20, LPM BAM MONDOVI' 20, OLIMPIA TEODORA RAVENNA 18, BARRICALLA CUS TORINO 14, ROANA CBF H.R. MACERATA 12, SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 12, ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 9, SIGEL MARSALA 6, FUTURA VOLLEY GIOVANI BUSTO ARSIZIO 6, P2P SMILERS BARONISSI 3.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento