Volley, una Fenix opaca alla prima del nuovo anno batte con fatica il Rubicone

La Fenix Faenza inizia il 2019 con una sofferta vittoria 3-1 contro il Rubicone e conserva il primato in classifica

La Fenix Faenza inizia il 2019 con una sofferta vittoria 3-1 contro il Rubicone e conserva il primato in classifica. Le faentine arrivano alla gara dopo un lungo periodo di scarsa attività agonistica (nel mese di dicembre la sola, bellissima, vittoria con Castenaso) e a seguito di un periodo tribolato sotto le feste, segnato da pochi allenamenti a ranghi incompleti e palestre impraticabili per via del freddo (in quanto non riscaldate). Non bastano però queste considerazioni unitamente a una possibile sottovalutazione della squadra avversaria, che invece disputa la gara con grande impegno, a giustificare una prestazione assai modesta sul piano del gioco.

Il coach Maurizio Serattini inizia la partita con un inedito settetto che prevede Zannoni in cabina di regia, Emma Guardigli, Melandri e Alberti sulle ali, Lucy Guardigli e Emiliani al centro, Greco libero. Da parte sua il tecnico ospite Stefano Fiori dispone di una rosa indebolita da alcuni infortuni e deve rinunciare alla giovane centrale Cappelli. Il primo set vede la squadra ospite partire bene e portarsi sul 9-6. La Fenix fatica molto a produrre un gioco fluido e agguanta le avversarie a quota 11 per poi effettuare un deciso allungo (20-14), preludio alla chiusura del set sul 25-18. La seconda frazione di gara inizia per le padrone di casa nel peggiore dei modi con il Rubicone che vola sul 10-2. Serattini sostituisce il libero Greco con Martelli, ma il Rubicone raggiunge il massimo vantaggio sul 18-9. A questo punto entrano in campo Maines e Tomat, ricostituendo il classico sestetto base: Fenix risale fino al 15-18 ma il tentativo di recupero si infrange sul 21-25 finale.

Serattini insiste sulla formazione tipo e, pur giocando ampiamente al di sotto delle proprie possibilità, la Fenix controlla il terzo set senza rischi eccessivi, conservando per tutta la frazione di gara punti di vantaggio e chiudendo sul 25-21. Nel quarto set Taglioli sostituisce Melandri in opposto. Faenza parte male (1-5), poi passa in vantaggio senza però effettuare break decisivi. La squadra ospite non molla la presa e tutto il set si sviluppa punto a punto con minimi vantaggi per l’una o l’altra squadra. E’ il Rubicone a vantare un set ball sul 24-23 ma tre grandi giocate consecutive di Tomat ribaltano la situazione, consentendo alla Fenix di vincere parziale 26-24 e gara. Tra le faentine la migliore risulta Alice Alberti che con umiltà e intelligenza riesce a interpretare in modo adeguato una partita complicata. Le principali avversarie in questa fase del campionato spingono molto, Cervia e Olimpia Teodora per prime e sabato 12 gennaio Fenix Faenza farà visita al forte Cattolica, su un campo ancora inviolato.

FENIX FAENZA – RUBICONE IN VOLLEY 3-1 (25-18 / 21-25 / 25-21 / 26-24)

FENIX FAENZA: Alberti 15, Emiliani 5, Gorini 1, Guardigli E. 3, Guardigli L. (K) 11, Maines 1, Melandri 6, Taglioli 2, Tortolani, Tomat 15, Zannoni, Martelli (L1), Greco (L2) – all Serattini, vice all Manca

arbitri: Catanese e De Mare.

Potrebbe interessarti

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • Ristoranti messicani: i nostri consigli per un cena piccante e gustosa in Romagna

  • Uno sciame d'api in casa? Come allontanarle pacificamente

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • Bimbo morto annegato a Mirabeach, le indagini continuano. La direzione del parco: "Collaborazione con gli inquirenti"

  • Bimbo annegato, s'indaga per omicidio colposo. La tragica scena ripresa dalle telecamere

  • Fulmini e raffiche di vento da sabato pomeriggio: scatta l'allerta "gialla" per temporali

  • Il ricordo straziante del nonno per l'ultimo saluto al piccolo Edoardo: "L'unico amore della mia vita"

Torna su
RavennaToday è in caricamento