Associazione a delinquere per riciclaggio: 23 arresti dopo il blitz dei Carabinieri

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Una maxi operazione, denominata “Fake”, ha visto l'impiego di circa cento Carabinieri che durante la notte hanno perquisito numerose abitazioni portando alla luce un'associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio. I militari hanno eseguito 23 provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone. Tre di loro sono finiti in carcere: si tratta un uomo di Ravenna, una donna di Forlì e una terza persona residente a Napoli. L'operazione ha smantellato un'organizzazione ben strutturata e capillare sul territorio nazionale, dedita non solo a rapine, ma anche – tramite l'apertura di conti correnti ad hoc – anche alla spendita di assegni falsi e al riciclaggio di assegni contraffatti. In particolare i raggiri con gli assegni  avrebbe fruttato un giro d'affari di circa 50mila euro a settimana, solo in Romagna. Il beneficiario fittizio, definito “cambiatore”, sarebbe stato colui che provvedeva ad aprire nuovi conti correnti nei vari istituti bancari dove poi piazzare gli assegni clonati. In totale i carabinieri hanno sequestrato 270mila euro in valore di di assegni. Secondo le accuse i “cambiatori” che si prestavano ad aprire conti correnti erano persone in difficoltà economica, che da ogni assegno ottenevano una contropartita del 15%. 

Il giro degli assegni rubati fruttava 50mila euro alla settimana: sgominata associazione a delinquere

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Fallito assalto al bancomat, colpo ripreso da un passante: il video

  • Video

    Il cielo si tinge di bianco, rosso e verde: le Frecce Tricolori per celebrare Francesco Baracca - VIDEO

  • Video

    Omicidio Ballestri, il pm D'Aniello chiede la massima pena per Cagnoni

  • Video

    Camion sversa olio e continua nella sua marcia: le immagini dei disagi

Torna su
RavennaToday è in caricamento