Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Seminudo semina il panico in ospedale con un coltello: "Siamo salvi per miracolo" - VIDEO

Momenti di vero e proprio terrore all'ospedale di Faenza domenica mattina, quando un uomo seminudo ha iniziato a seminare il panico tra i corridoi brandendo un coltello

 

Momenti di vero e proprio terrore all'ospedale di Faenza domenica mattina, quando un uomo seminudo ha iniziato a seminare il panico tra i corridoi brandendo un coltello. A raccontare l'episodio è Roberto (nome di fantasia, ndr), 51enne faentino che domenica si trovava in pronto soccorso dove aveva accompagnato la figlia e che ha documentato la scena con il cellulare.

"Alle 4 di mattina un uomo, armato di coltello, è entrato al pronto soccorso minacciando tutti, infermieri, medici e pazienti - racconta Roberto - Tutti si sono chiusi dentro, ma io e mia figlia siamo rimasti fuori. Lei è stata sfiorata per tre volte alla testa dal coltello. Il Signore mi ha dato la forza di spingere la barella dal corridoio alla sala d'attesa (da dove ho fatto il video), salvandoci. È stato davvero terribile, vedersi la morte davanti non è bello e vedere minacciata la vita dei figli ancora di più. Essere impotenti davanti a queste situazioni e davvero brutto. Mi sembrava di sognare, non finiva mai. E' stata una scena pazzesca, siamo salvi per miracolo. Tanta paura, ma mia figlia sta bene e grazie a Dio non è successo nulla". Fortunatamente non si sono registrati feriti. Sul posto si sono poi precipitate le forze dell'ordine, che hanno denunciato l'uomo - un faentino noto per problemi psichiatrici.

La replica dell'Ausl Romagna

"La Direzione Aziendale di Ausl Romagna ci tiene a evidenziare come la situazione, inaspettata, sia stata gestita con professionalità dal personale presente in pronto soccorso in quel momento, proprio in virtù dei protocolli esistenti frutto dell’attenzione che l’azienda pone sul tema - spiegano da Ausl Romagna - Non appena gli operatori si sono accorti della presenza dell’estraneo, peraltro in preda anche a una intossicazione da sostanze stupefacenti, hanno immediatamente provveduto ad avvertire le Forze dell’ordine, indirizzare i pazienti all’interno di altri locali del servizio e, in collaborazione con il personale di vigilanza privata, a calmare e prendere in carico il soggetto. Sebbene tali attività si siano protratte per alcuni minuti e non risulti si siano verificate situazioni di pericolo, e sicuramente l’episodio non abbia provocato danni a persone nè di altro tipo, si può comprendere l’angoscia percepita dai presenti. Per di più l’episodio si è verificato al termine di una notte estremamente impegnativa per il servizio, a seguito di un afflusso molto forte di pazienti dei quali tre in codice rosso e molti codici gialli; situazione che ha inevitabilmente prolungato le attese degli utenti, ma comunque gestita con competenza dal personale. In ogni caso l’azienda si rammarica per il disagio che l’accaduto ha procurato all’utenza".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento