Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

Avvio a pieno ritmo per il Centro Europe Direct Romagna

La struttura è stata assegnata a Ravenna nell’ambito del nuovo network attivato dalla Commissione europea per il periodo 2021-25

Una partenza a pieno ritmo ha caratterizzato il Centro Europe Direct della Romagna, struttura assegnata a Ravenna nell’ambito del nuovo network attivato dalla Commissione europea per il periodo 2021-25. “Il bilancio del primo mese di attività è intenso – afferma l’assessora alle Politiche europee Ouidad Bakkali – non c’è stato giorno in cui non abbiamo lavorato per l’educazione alla cittadinanza europea delle giovani generazioni o per la divulgazione di temi d’attualità e per il lancio della Conferenza sul futuro dell’Ue. L’attivazione del centro Europe Direct, partner ufficiale della Commissione europea, arriva a coronare un impegno intenso degli ultimi anni. Ho sempre voluto che il Comune non guardasse all’Ue solo come opportunità per progetti innovativi e risorse economiche, ma prima di tutto come riferimento culturale di apertura, solidarietà e tutela di diritti, secondo il motto europeo, sempre attualissimo ‘uniti nella diversità’”.

I numeri del mese di maggio: ventisei laboratori che hanno coinvolto tutti gli istituti comprensivi del Comune; un percorso in cinque laboratori e una simulazione di parlamento europeo in 2 giornate, con 4 istituti superiori di Ravenna e 2 di altri paesi per arrivare a 10 proposte normative; tre iniziative in web streaming per la comprensione e promozione della partecipazione alla Conferenza sul futuro dell’Europa, in collaborazione con partner consolidati come Dipartimento beni culturali di UniBo, il Movimento federalista europeo - sezione di Ravenna e la rete Europe-Direct regionale. Le iniziative hanno coinvolto docenti universitari, insegnanti, esperti, rappresentanti delle istituzioni europee e locali, attivisti, le volontarie e i volontari, 520 alunne e alunni delle seconde medie con i laboratori, 130 partecipanti alla simulazione di Parlamento europeo, un pubblico di 500 spettatori online.

Antonio Parenti venerdì si è recato a Ravenna nella sede del nuovo Europe Direct a Palazzo Rasponi dalle Teste per incontrare l’assessora Ouidad Bakkali, la responsabile EuropeDirect Romagna Emanuela Medeghini e lo staff del centro. Nel corso dell’incontro si è complimentato per le attività avviate e in programma e ha evidenziato quanto la Commissione europea conti sulla rete Europe Direct per rafforzare il senso di responsabilità dei cittadini nei confronti del progetto europeo, ma anche permettere loro di compiere scelte consapevoli sul futuro dell'Ue. Parenti è a capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Ue dal giugno 2020; con oltre 25 anni di carriera nelle istituzioni europee, ha diretto la sezione Affari economici, commercio e sviluppo della delegazione dell’Ue presso le Nazioni Unite. Parenti, rappresentante ufficiale della Commissione in Italia sotto l’autorità politica della presidente Ursula von der Leyen, ha la mission di promuovere il dialogo politico permanente con le autorità nazionali, regionali e locali, i parlamenti, le parti sociali e la società civile e la conoscenza dell’azione dell’Ue mediante attività di stampa, informazione e comunicazione.

Per un’Europa sempre più vicina ai cittadini la Commissione ha istituito una rete di centri di informazione diffusi su tutto il territorio Ue, di cui 45 in Italia. Il Centro Europe Direct della Romagna, gestito dal Comune di Ravenna, attraverso l’Unità organizzativa Politiche europee può essere contattato telefonicamente (tel. 0544.485040 - 482545) o via email (europedirectromagna@comune.ra.it), riceve su appuntamento (al momento online) martedì pomeriggio 14 - 18 / giovedì mattina 10 – 13. Iniziative e news vengono aggiornate sul sito web e sui canali social www.comune.ra.it/europedirectromagna, facebook @euDirectRomagna, YouTube Europe Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvio a pieno ritmo per il Centro Europe Direct Romagna

RavennaToday è in caricamento