menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gemellaggi, rientrata da Strzyzow la delegazione di Bagnacavallo

L’Associazione Amici di Neresheim e la Fulgur Pallavolo Mixer di Bagnacavallo hanno organizzato, nell’ambito del progetto In Bassa Romagna vivi l’Europa!, uno scambio sportivo con Strzyzow, città polacca gemellata con Bagnacavallo.

L’Associazione Amici di Neresheim e la Fulgur Pallavolo Mixer di Bagnacavallo hanno organizzato, nell’ambito del progetto In Bassa Romagna vivi l’Europa!, uno scambio sportivo con Strzyzow, città polacca gemellata con Bagnacavallo.

La delegazione bagnacavallese era composta da dodici giovani pallavoliste, dal vicesindaco con deleghe allo sport e ai gemellaggi Ada Sangiorgi, dal presidente della Fulgur Alberto Longanesi, da Gabriella Foschini, Claudio Cervellini e altri rappresentanti dell’Associazione Amici di Neresheim. Partita l’8 luglio da Bagnacavallo, dopo una sosta a Vienna e Cracovia e una visita ad Auschwitz, la delegazione è giunta a Strzyzow mercoledì 10 luglio. 

Composto in tutto da 28 persone, il gruppo è stato accolto dal sindaco di Strzyzow Waldemar Gòra che ha espresso soddisfazione e gratitudine per la visita delle giovani pallavoliste e di tutta la delegazione di Bagnacavallo. Il vicesindaco Ada Sangiorgi ha portato i saluti del sindaco Eleonora Proni e dell’Amministrazione comunale. Ha colto inoltre l’occasione per informare dell’accoglimento del nuovo progetto europeo di scambio del Comune di Bagnacavallo Europe for Citizens e della sua realizzazione durante la Festa di San Michele. Il progetto  vedrà il coinvolgimento di una delegazione di Strzyzow assieme alle altre città amiche e gemellate con Bagnacavallo. 


Le ragazze hanno poi disputato una partita amichevole con le coetanee polacche che avevano avuto occasione di incontrare agli inizi di giugno a Bagnacavallo, nella prima fase del progetto. È stata una partita molto divertente, all’insegna del fair play e dell’amicizia.

Nei giorni di permanenza nella città gemella, oltre a una visita alla città, il gruppo ha effettuato una visita guidata a due tunnel-bunker, fatti costruire da Hitler con l’aiuto di ingegneri italiani per nascondere i treni-quartier generale. In uno di questi ebbe luogo l’incontro Hitler-Mussolini.  Il soggiorno si è concluso con una cena dove si sono potuti gustare piatti tipici e con l’incontro con le amiche polacche, con le quali si è vissuto il vero spirito del gemellaggio, all’insegna dell’amicizia e della comprensione. La delegazione è rientrata il 14 luglio.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento