Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Presentato "SandWay-Ra", uno studio per combattere l’erosione costiera

Le misure effettuate hanno permesso di evidenziare l’esistenza di un trasporto solido a mare dei fiumi ravennati di sabbie utili per il ripascimento naturale delle spiagge

È stato presentato venerdì lo studio SandWay-Ra, ricerca maturata nell’ambito della convenzione Eni-Flaminia “Progetto di studio per la stima del trasporto solido a mare dei fiumi ravennati”, parte integrante del VII Accordo di collaborazione Eni - Comune di Ravenna svolta con il contributo del Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali BiGeA (Unibo) e del Consorzio Futuro in Ricerca.

Il progetto ha previsto l’esecuzione di diversificate tipologie di indagine (idrologiche, sedimentologiche, geomorfologiche, ecc.) lungo le aste fluviali dei principali bacini idrografici ravennati (Lamone, Fiumi Uniti -Ronco-Montone e Savio) nel loro sviluppo dall’Appennino al mare, e ha effettuato una aggiornata stima quali-quantitativa dei possibili apporti solidi a mare di sabbie utili per il ripascimento naturale delle spiagge locali. 

Un progetto coerente con la definizione di un quadro conoscitivo del sistema territoriale di riferimento (bacino idrografico), integrato dall’analisi dei diversi apporti solidi che oggi possono essere garantiti dai fiumi, presupposto imprescindibile per costruire una strategia complessiva di intervento e contrasto all’erosione costiera. Le misure effettuate hanno permesso di evidenziare l’esistenza di un trasporto solido al fondo apprezzabile per i Fiumi Uniti, Savio e Lamone. 

Condizione però oggi non più sufficiente a riequilibrare l’erosione indotta nelle spiagge ravennati dall’insieme degli impatti antropici sui fiumi, dove lo scorrimento a valle delle sabbie, indispensabili ad un continuo ripascimento naturale del litorale, viene in buona parte ostacolato anche dalle numerose dighe, chiuse, briglie e traverse presenti lungo gli alvei.

Per il prof. Giovanni Gabbianelli, responsabile scientifico e coordinatore della ricerca, “Il progetto SandWay-Ra rappresenta un esempio pressoché unico nel suo genere per le metodologie adottate per la stima degli apporti sabbiosi a mare del reticolo fluviale ravennate e, seppur applicato ad un contesto territoriale di dimensione sub-regionale, può rappresentare un appropriato punto di partenza metodologico da applicare su scala più vasta”.

gruppo_lavoro-2Fiumi Uniti 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentato "SandWay-Ra", uno studio per combattere l’erosione costiera

RavennaToday è in caricamento