menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Scuola senza zaino": come funziona il nuovo modello didattico

Una scuola più leggera non solo ha una diversa organizzazione degli spazi, ma offre anche percorsi didattici personalizzati e allo stesso tempo abitua gli alunni a lavorare in gruppo

Martedì 29 gennaio alle 20.30 alla scuola elementare “Guglielmo Marconi”, in via della Pace 3 a San Bernardino di Lugo, ci sarà un incontro pubblico sul tema “Riconoscere e accogliere le emozioni in una scuola senza zaino”. Per l’occasione interverranno Fabrizio Lolli, assessore alla Scuola del Comune di Lugo; Angelica Ferretti e Giulia Tabanelli, psicologhe; Rita Gentili, docente referente del progetto “Scuola senza zaino” nella scuola primaria di Classe (Ravenna); Cristina Bini, docente nella scuola di San Bernardino.

La “scuola senza zaino” è un progetto nato nel 2002 a Lucca. Una scuola più leggera non solo ha una diversa organizzazione degli spazi, ma offre anche percorsi didattici personalizzati e allo stesso tempo abitua gli alunni a lavorare in gruppo. L’iniziativa è organizzata dall’associazione “Il Ponte” di San Bernardino, in collaborazione con il Comune di Lugo, la Consulta di decentramento e l’istituto scolastico comprensivo “Gherardi”. Già da diversi anni a San Bernardino vengono organizzati convegni pubblici dedicati alla scuola senza zaino, per sensibilizzare famiglie e docenti sull’incidenza del progetto rispetto al benessere dei bambini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento