Cervicale infiammata: i rimedi e gli esercizi per rimettersi in forma

Colpi di freddo, posture sbagliate e stress sono alcune delle cause più frequenti di cervicalgia. Per rimettersi in sesto si può ricorrere anche ad antifiammatori naturali ed esercizi posturali

Un problema molto diffuso tra persone giovani e non è la cervicalgia, meglio nota come cervicale infiammata, un'infiammazione dell’apparato muscolo-scheletrico molto frequente che colpisce la parte superiore dalla colonna vertebrale.

Il dolore cervicale è localizzato a livello del collo e spesso si irradia alle spalle e, nei casi più gravi, alle braccia, rendendo difficoltosi i movimenti.

Le cause

Esistono moltissime cause e fattori di rischio per lo sviluppo del dolore cervicale; questo può derivare da colpi di freddo o posture sbagliate, ma anche da stress eccessivo. 
Se il dolore cervicale si manifesta improvvisamente, le cause più comuni sono traumi e contusioni, come, ad esempio, il classico colpo di frusta in seguito a tamponamento stradale.
Altre cause molto comuni sono:

  • postura scorretta, soprattutto se mantenuta nel tempo;
  • sedentarietà;
  • utilizzo di cuscini e/o materasso inadeguati;
  • malattie cronico-degenerative; 
  • difetti occlusali (rapporto tra arcata dentale superiore o inferiore);
  • difetti del campo visivo;
  • discopatie e/o ernie;
  • stress.

I sintomi

Possiamo suddividere i sintomi dell’infiammazione cervicale in due grandi categorie, a seconda della zona del corpo interessata:

Sintomi ortopedici

I sintomi ortopedici sono quei sintomi che si manifestano a livello muscolare e articolare.
I più comuni sono:

  • dolore al collo, a riposo e/o durante il movimento;
  • limitazioni nel movimento articolare;
  • dolore agli arti superiori;
  • torcicollo.

Sintomi vestibolari e neurologici

Questi sono sintomi che si manifestano a livello di equilibrio o a carico del sistema neurologico centrale e periferico. I più diffusi sono:

  • vertigini; 
  • giramenti di testa;
  • senso di sbandamento;
  • mal di testa, cefalea, emicrania.

Anche nausea e vomito rientrano tra i sintomi del dolore cervicale, a causa dell’irritazione del nervo valgo data dallo stato di contrattura costante della muscolatura. 
Altri sintomi spesso concomitanti sono stanchezza cronica, spossatezza e disturbi del sonno.

Trattamenti medici per il dolore cervicale

Per prima cosa, è fondamentale inquadrare il problema in maniera chiara per poter attuare le giuste strategie di cura. Sarà necessario rivolgersi ad un medico specialista che, dopo aver eseguito gli accertamenti del caso, provvederà ad indicare la terapia più appropriata.
Solitamente i rimedi più comuni sono i farmaci analgesici, antinfiammatori non steroidei, miorilassanti, infiltrazioni di anestetici locali e cortisone.
Può essere molto importante anche l’intervento del fisioterapista, che lavorerà sulla zona con massaggi e terapie fisiche (TENS, ultrasuoni, laserterapia, ecc..).

I rimedi naturali

Alcune piante possono risultare molto utili nel combattere i sintomi dell’infiammazione cervicale; queste infatti agiscono come antinfiammatori del sistema osteo-articolare, inibendo il dolore e il processo infiammatorio dei tessuti.
Questi rimedi possono essere assunti sotto forma di tinture madri e estratti secchi, o come ingredienti di pomate e unguenti da applicare localmente.
Le piante più efficaci sono:

l’artiglio del diavolo - una radice utile soprattutto contro tendiniti, osteoatrite, artrite reumatoide, mal di schiena, mal di testa, cervicale, contusioni, sciatica, artrite e artrosi;
la boswellia – dalla potente azione antinfiammatoria e analgesica, è consigliata nel trattamento di infiammazioni locali, disturbi degenerativi delle articolazioni, dolori muscolari, reumatismi, artrosi e infiammazione dei tessuti molli come tendiniti, miositi e fibromialgia;
la curcuma - una radice tradizionalmente impiegata nel trattamento di infiammazioni, dolori articolari, artrite, artrosi e cervicale.

Gli esercizi utili

Per prevenire la cervicalgia è bene evitare di tenere posture scorrette per periodi di tempo prolungati. Cerca più che puoi di fare attenzione a come ti siedi e alle posture che assumi durante il giorno e prediligi cuscini e materassi ortopedici e/o in memory foam, così che i tuoi muscoli possano riposarsi appieno.
Inoltre, per prevenire o contrastare il dolore cervicale, è importante eseguire regolarmente degli esercizi specifici. Evita assolutamente di fare movimenti veloci e scatti bruschi durante gli esercizi, perché potrebbero peggiorare il problema.
Ecco tre brevi esercizi che potrà aiutarti a sciogliere le tensioni a livello cervicale: 

  • stando in piedi o seduto, inclina lentamente il collo da un lato e poi dall’altro, rimanendo per qualche secondo nella posizione di partenza tra una flessione e l'altra;
  • stando in piedi, inclina lentamente il collo di lato, poi, con la mano del lato verso il quale è piegato, spingi leggermente verso il basso la testa per praticare una leggera tensione. Piega l'altro braccio a 90 gradi portando la mano dietro la schiena e mantieni la posizione per 20-30 secondi, poi ripeti dall’altro lato;
  • stando seduto, alza molto lentamente la testa portandola indietro in asse con le spalle, poi, sempre molto lentamente, torna alla posizione di partenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • "Spoilerato" il Giro d'Italia 2020: c'è anche Cervia, annunci già sui siti degli hotel

  • Una ravennate al trono over di "Uomini e donne". E si presenta come "rivale" di Gemma

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • Rientrano dalle ferie per fronteggiare il maxi incendio: azienda premia i dipendenti in busta paga

Torna su
RavennaToday è in caricamento