rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Romagna terra di grandi personaggi

Romagna terra di grandi personaggi

A cura di Lorenzo Matteucci

Ines Lidelba, la diva dell’operetta che conquistò Europa e Sud America

L'attrice e cantante romagnola debuttò giovanissima e divenne una vera e propria stella dell’operetta negli anni della Belle Époque

All’alba del XX secolo, Ines Fronticelli Baldelli, in arte Ines Lidelba, era una vera e propria star dell’opera teatrale, in Europa e Sud America. Nata nel 1893 a Forlì da una nobile famiglia originaria di Meldola, iniziò molto presto la sua carriera, debuttando in giovane età nel mondo del teatro. Attirò sin da subito l’attenzione di un altro insigne rappresentante dell’opera romagnola, il tenore Angelo Masini, che oggi presta il nome al teatro comunale di Faenza.

Elegante, aggraziata, signorile: con queste sue qualità Ines conquistò il pubblico degli anni Venti e Trenta, divenendo così una vera e propria stella dell’operetta e un volto noto che appariva tanto sul palcoscenico quanto sui manifesti pubblicitari, sia nel Vecchio Continente che in America Latina.  Tra i tanti spettacoli cui prese parte - come le operette “Madame de Tebe”, “La bella Elena” e “La danza delle libellule” - il suo prediletto fu forse il “Boccaccio” di Franz von Suppè. 

Questa diva d’altri tempi, raffinata e fascinosa, “con il solo sortilegio della voce e di una verve scenica che nulla concedeva all'ostentazione o al cattivo gusto” - per usare le parole dello studioso Gianni Gori - riuscì a fare del teatro la passione di tutta una vita, lasciando al suo pubblico e ai posteri il ricordo indelebile dell’atmosfera onirica che si respirava negli anni della Belle Époque. 

Si parla di

Ines Lidelba, la diva dell’operetta che conquistò Europa e Sud America

RavennaToday è in caricamento