Calo delle temperature: quando si possono accendere i termosifoni?

Le limitazioni e i criteri di utilizzo degli impianti di riscaldamento cambiano nelle varie zone d'Italia. Ecco date e regole per la provincia di Ravenna

L'inizio dell'autunno e il calo delle temperature ripropone la fatidica domanda che interessa soprattutto chi abita in un condominio: quando si può accendere il riscaldamento? L'orario e le date di accensione infatti variano da zona a zona, considerando anche la differenza di clima tra Nord e Sud. Esistono delle regioni italiana che sono interessate prima dal freddo, motivo per cui è necessario accendere i riscaldamenti in anticipo. 

Le limitazioni e i criteri di utilizzo degli impianti di riscaldamento in Italia è regolamentato dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 412 del 26 agosto del 1993. In base a questa disposizione, l'Italia viene divisa in sei differenti zone climatiche, ognuna delle quali con orari e periodi di accensione specifici nel corso dell'anno. Ravenna è compresa nella zona E (Zona Padana).

Accensione del riscaldamento in provincia di Ravenna

Per questa zona l'accensione del riscaldamento condominiale è concessa dal 15 ottobre al 14 aprile per un totale di 14 ore al giorno. Tuttavia con una recente ordinanza il Comune di Ravenna ha autorizzato fino al 14 ottobre compreso l’accensione anticipata degli impianti di riscaldamento nel territorio comunale con il funzionamento degli impianti stessi per un limite massimo di 7 ore giornaliere distribuite nella fascia oraria dalle 5 alle  23. 

Nel documento si invita inoltre la cittadinanza a limitare l’accensione nelle ore più fredde, ricordando l’obbligo di legge di non superare la temperatura di 18°C + 2°C di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili e di 20°C + 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici e ad applicare, dove possibile, principi di generale economicità di utilizzo degli impianti. Il periodo normale di funzionamento degli impianti di riscaldamento per il territorio del Comune di Ravenna va dal 15 ottobre al 15 aprile per 14 ore giornaliere.

Differenza tra riscaldamento autonomo o centralizzato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quale dei due conviene? Fino a qualche anno fa le differenze erano minime, ma al momento si risparmia con il riscaldamento autonomo in quanto è migliorata l’efficienza energetica di impianti ed è aumentata l’installazione degli impianti per energie rinnovabili. Ma con la riforma del 2012 è possibile passare al riscaldamento autonomo anche in un condominio, un'opportunità per le case di nuova costruzione per cui è possibile fruire dei bonus fiscali sulla riqualificazione energetica. Ovviamente, il riscaldamento autonomo permette di regolarlo in base alle proprie abitudini e mette al riparo da eventuali somme ulteriori da pagare in caso di condomini che non adempiono alla propria quota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I trucchi per aver un parquet sempre pulito e come nuovo

  • I termosifoni non sono tutti uguali: ecco come scegliere il tipo giusto per noi

  • Bolletta del gas, trucchi e consigli per risparmiare sul riscaldamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento