rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

100 negozi, 1000 dipendenti e 20mila metri quadrati di shopping: ecco il nuovo Esp

Tra le novità, realizzate con un investimento da 52 milioni di euro, anche una nuova pista ciclabile, spazi per bambini interni ed esterni e un percorso che permetterà ai non vedenti di accedere al nuovo centro

Se ne parla da mesi, finalmente ci siamo: giovedì il nuovo Esp apre le porte al pubblico. Dopo il taglio del nastro alle 10.30 sarà possibile visitare i nuovi 19.000 metri quadrati della galleria. L'Esp diventa così uno dei più grandi centri commerciali d’Italia, proponendosi come punto di riferimento e polo di attrazione commerciale della Romagna, grazie ai suoi 47mila metri quadrati e ai complessivi 100 negozi.

"Già nel 1998, quando è stato inaugurato l'Esp, avevamo intenzione di ampliarlo", commenta Elio Gasperoni, presidente del consiglio d'amministrazione di Igd siiq spa, proprietaria di numerosi centri commerciali tra cui proprio l'Esp e, da poco, anche del Punta di Ferro a Forlì. "Uno dei dati più importanti riguarda i 400 nuovi lavoratori assunti con questo allargamento - prosegue Daniele Cabuli, direttore generale di Igd - Abbiamo grandi aspettative per questo nuovo Esp. Attualmente il centro ospita circa 4 milioni di clienti ogni anno: noi vogliamo arrivare a 6, cercando di coprire tutto il territorio che va dai lidi fino a Cesenatico e si allarga nell'entroterra, "rubando" clienti ai competitors. Se ora il fatturato del centro si aggira sui 50 milioni, noi puntiamo a raddoppiarlo. Per fare ciò abbiamo dato vita a 51 nuovi negozi, di cui 8 punti ristorazione e 10 grandi superfici. Ci sarà anche un negozio Coop dedicato agli animali che sarà uno dei primissimi punti in Italia. Avremo 960 parcheggi in più, nuovi spazi per bambini sia all'interno che all'esterno, con il nuovo parco attrezzato, e siamo anche in trattativa con un'importante nome della ristorazione per creare un punto food nel parco esterno". 

Per realizzare questo intervento su uno degli asset più rilevanti del proprio portafoglio, Igd ha investito 52 milioni di euro, di cui circa 5,7 per opere di urbanizzazione primaria e secondaria. Il progetto si è posto fin dall’inizio l’obiettivo di armonizzare la parte nuova con quella esistente, integrandola sia dal punto di vista architettonico che commerciale. In linea con il pay off aziendale, l’obiettivo è stato quello di creare uno “Spazio da vivere”, dove i visitatori possano trascorrere parte del loro tempo libero facendo shopping, assistendo agli eventi proposti o gustando la varia offerta gastronomica della nuova food court. "In fase realizzativa sono state compiute scelte in linea con l’impegno orientato alla sostenibilità ambientale - commenta Andrea Simone, asset manager di Igd - è stata garantita l’illuminazione con tecnologia a led, realizzato l’impianto per il riuso delle acque meteoriche per usi non potabili e inseriti pannelli fotovoltaici sulla copertura del nuovo edificio, impianto in grado di produrre energia pulita utile a soddisfare parte del fabbisogno della nuova galleria.

"Siamo soddisfatti di questa nuova apertura e che marchi internazionali abbiano scelto di "fidarsi" di Ravenna" - commenta il sindaco Michele de Pascale - Da domani si apre la "fase due": la sfida del centro è quella di diventare molto più "attrattore" e garantire nuova occupazione". Oltre che in auto sarà possibile raggiungere il centro commerciale in bicicletta, con una nuova pista ciclabile che si collega alla rete delle ciclabili cittadine, e in autobus, con una seconda fermata nei pressi del nuovo ingresso al centro. Sono inoltre previste 4 colonnine per la ricarica delle auto elettriche, con 8 stalli dedicati. È stato realizzato anche un nuovo percorso per permettere ai non vedenti di accedere al centro commerciale. La nuova realizzazione darà lavoro a circa 400 persone, portando gli occupati di Esp a quota 1000. Il centro conferma inoltre la predisposizione all’innovazione, con l’installazione di 6 totem multimediali con i quali i visitatori potranno interagire ed informarsi, con la conferma del servizio “Prenota e ritira” (che consente di prenotare sul sito di Esp e di perfezionare l’acquisto nei punti vendita della galleria), con la possibilità di ricaricare i cellulari e le bici elettriche.

Una particolare attenzione è dedicata poi ai bambini, con la predisposizione di un parco attrezzato con giochi nell’area esterna ed il nuovo “spazio bimbi” interno che, posizionato nei pressi della food court, garantirà ai piccoli frequentatori della galleria momenti di divertimento e svago in un’area tematizzata, con un ricco programma di intrattenimento. "La nuova galleria aprirà pressoché completamente commercializzata, con un ritorno sull'investimento superiore alle nostre previsioni iniziali - commenta Claudio Albertini, amministratore delegato di Igd - Ci sarà solo qualche negozio che non ha fatto in tempo ad a prepararsi all'apertura del 1 giugno e che quindi aprirà tra qualche giorno. Con questo ampliamento Esp consoliderà il suo ruolo di riferimento per il territorio ravennate e diventerà, in termini di valore, l’asset di maggiore rilievo nel portafoglio Igd".

Leggi anche
===> I negozi che apriranno nel nuovo Esp: si cerca personale
===> Nuovo Esp, anche la catena di moda più attesa
===> "Centri storici e commerciali possono lavorare insieme, dobbiamo reagire al mondo che evolve"

Nuovo esp, l'anteprima dei nuovi negozi (foto Argnani)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

100 negozi, 1000 dipendenti e 20mila metri quadrati di shopping: ecco il nuovo Esp

RavennaToday è in caricamento