Turismo, Cervia lancia l'idea: "Spiagge aperte tutte le sere fino a mezzanotte"

Cervia, 5 azioni per il rilancio dell’offerta turistica tra cui spiaggia aperta tutte le sere fino alle ore 24 e anche in inverno.

FOTO DAL WEB

La  Giunta Comunale di Cervia, dopo aver concluso la fase concertazione con le Associazioni di Categoria, ha deliberato nel mese di dicembre scorso gli orientamenti di massima sul tema delle aperture degli stabilimenti balneari ritenendo, come si legge in una nota, “che il turismo balneare rappresenti un segmento molto rilevante per qualità e quantità dell’offerta dell’intera risorsa turistica del Comune di Cervia  e che l’arenile rappresenti senza alcun dubbio una delle principali aree del territorio comunale con ampie potenzialità di sviluppo ed innovazione dei servizi turistici”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I CINQUE VERSANTI DEL RILANCIO - Oltre all’arenile come noto l’amministrazione sta lavorando su 5 versanti per il rilancio ed innovazione complessiva dell’offerta turistica: tra questi la riqualificazione delle strutture ricettive, mediante un apposito strumento normativo quadro sul ricettivo approvato dal consiglio comunale del 12 novembre 2015. L’obiettivo è anche quello di rilanciare i centri commerciali naturali, sia con eventi ma anche con investimenti come le riqualificazione del Centro Storico e del Borgomarina; del centro di Milano Marittima dalla rotonda al canalino; la sistemazione dei centri commerciali di Pinarella e Tagliata con i primi stralci visibili già per la prossima stagione estiva. L’idea è aprire la spiaggia per tutto l’anno, predisponendo un aggiornamento del piano dell’arenile che premi la destagionalizzazione e gli investimenti di qualità. Si pensa anche alla valorizzazione e tutela dell’ambiente, attraverso la rigenerazione della Pineta di Pinarella e Tagliata con il completamento in tempo utile per l’estate 2016; la realizzazione del progetto dell’ecomuseo del Sale e del Mare e la predisposizione di un ampio progetto di valorizzazione del compendio delle Saline. Infine si cercherà una maggiore incisività delle azioni di promozione, marketing, eventi, contrasto all’abusivismo commerciale e degrado.
 
DESTAGIONALIZZAZIONE - “Come è noto, inoltre, fra gli obiettivi primari della politica di sviluppo che l’Amministrazione comunale ha avviato, rientra la prospettiva della destagionalizzazione dell’offerta turistica e commerciale in genere, offrendo prestazioni di servizi fruibili e promuovendo il più possibile le presenze e la permanenza turistica lungo tutto l’arco dell’anno. L’amministrazione ritiene a tal proposito che anche gli operatori della spiaggia debbano essere messi nella condizione di poter investire al fine di contribuire alla destagionalizzazione della località” continua una nota dell’amministrazione di Cervia.
 
SPIAGGE APERTE FINO A MEZZANOTTE - “Sulla base di tali premesse - continua la nota - ma con la giusta attenzione al tema della sicurezza e della tutela della salute, la delibera sancisce alcuni principi cardine: la spiaggia sarà fruibile e gli stabilimenti balneari potranno stare aperti tutti i giorni, fino alle ore 24.00; alle 23 però dovranno cessare le attività rumorose, come musica, baby dance, od altro per evitare il disturbo alla quiete dei villeggianti dei vicini hotel e residenze, si potrà infatti diffondere solo musica di sottofondo fino a chiusura. Saranno inasprite le sanzioni per chi sgarra superando l’orario di chiusura o quello dello stop ai rumori; chi andrà oltre gli orari per la seconda volta perderà la possibilità di stare aperto alla sera per i successivi 15 giorni e per i recidivi lo stabilimento potrà essere chiuso anche di giorno. Le regole saranno uguali per tutti e fatte rispettare. Resteranno ovviamente confermate le classiche tre serate (Notte rosa, San Lorenzo, Ferragosto) dove i bagni potranno organizzare feste fino alle ore 3.00”. 
 
LE BOZZE DELLE ORDINANZE PRESENTATE AI BAGNINI - “In coerenza con quanto previsto e già deliberato, sono state presentate alle associazioni e coop bagnini le due bozze delle ordinanze relative alla stagione balneare 2016 e alla disciplina della diffusione della musica e tutela dall’inquinamento acustico nell’arenile demaniale.  Quest’ultima, in particolare, prevede alcuni elementi puntuali che vanno a chiarire meglio tempi e modalità di animazione musicale ed esercizio delle attività rumorose sulla spiaggia in fascia serale, confermate dalle ore 21 alle ore 23. La volontà generale dell’amministrazione è far si che in spiaggia si svolgano intrattenimenti musicali e sportivi di qualità, con volumi contenuti e principalmente con musica di atmosfera. Per tale ragione si prevede la possibilità di utilizzare durante tutto l’arco di apertura serale degli stabilimenti balneari diffusori di potenza inferiore o uguale  a 20 W RMS. Sarà inoltre possibile effettuare trattenimenti musicali dal vivo o riprodotti in fascia serale in deroga ai limiti di rumorosità stabiliti dalla zonizzazione acustica comunale per massimo 2 volta a settimana, di cui almeno 1 da collocarsi nei giorni che vanno dal lunedì al giovedì, allo scopo di garantire un sostegno da parte degli stabilimenti balneare a sviluppare servizi integrativi per favorire le presenze turistiche anche al di fuori del weekend. Per quanto attiene le altre fasce orarie, in cui sarà possibile effettuare trattenimenti musicali dal vivo in deroga ai limiti di rumorosità, si è definita una fascia mattutina dalle 9,30 alle 13 ed una pomeridiana dalle 16,30 alle 20, quest’ultima ridotta di trenta minuti rispetto agli anni precedenti, al fine di garantire uno stacco temporale significativo dell’inquinamento acustico rispetto all’inizio della fascia serale. Sempre in una logica di tutela della salute e della sicurezza degli individui in termini di inquinamento acustico lo stesso stabilimento balneare non potrà effettuare questa tipologia di trattenimenti musicali sia di pomeriggio che di sera e che complessivamente, fra attività giornaliere e serali, non potranno essere superiori a due per ogni stabilimento balneare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento