rotate-mobile
Cronaca

Un compleanno speciale: 25 anni fa la prima lezione universitaria a Ravenna

Lunedì mattina il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha ringraziato l’attuale primo massaro Paolo Bezzi per la collaborazione tra università e Casa Matha

Il 13 novembre e il primo dicembre 1989 si sono aperte a Ravenna le lezioni universitarie del corso di laurea in scienze ambientali, la prima  realtà universitaria istituita nella nostra città. Le lezioni si tennero nell’aula magna dell’ordine della Casa Matha (primo massaro Paolo Zampighi) e videro come docente il professor Pier Maria Luigi Rossi, presidente del corso di laurea in scienze ambientali; il 13 novembre fu presentato il programma di studi ed esami e il primo dicembre si tenne la prima lezione di laboratorio.

In precedenza il 3 agosto 1989 venne firmato l’atto costitutivo della Fondazione Flaminia e successivamente, nel mese di settembre il Senato accademico approvò il primo corso di laurea decentrato da Bologna a Ravenna. Lunedì mattina il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha ringraziato l’attuale primo massaro Paolo Bezzi per la collaborazione tra università e Casa Matha che dura ininterrottamente da 25 anni, un rapporto che ha consentito ai corsi universitari di crescere e di diventare una delle realtà più importanti di tutta l’Alma Mater. 

“Dai 70 iscritti del 1989 ai quali vanno aggiunti una quarantina di annessi al primo anno della scuola diretta a fini speciali di archivistica, dai 12 docenti allora impegnati e 3 sedi di segreteria e di studio, siamo passati oggi a 3700 iscritti, 16 corsi di laurea appartenenti a 5 scuole e 3 dipartimenti, 157 docenti impegnati, 80 tra tecnici e amministrativi, 38 aule e laboratori, 7 sedi di segreteria e di servizio agli studenti; una crescita rilevante sostenuta dall’impegno di fondazioni bancarie come quella della Cassa di Risparmio, di imprese private e di enti pubblici ai quali si sono aggiunti poi associazioni di categoria, camera di commercio ed altri istituti di credito e fondazioni come quella del Monte e la Banca Popolare” .

Bezzi ha ricordato come “l’impegno universitario sia stato fin dall’inizio un dovere qualificante per il nostro ordine a beneficio della crescita culturale di tutta la città; se ancora oggi alcune delle tesi di laurea più importanti vengono discusse proprio nella nostra aula magna questo è dovuto alla storia della nostra millenaria istituzione che ha sempre rivolto alla nuove generazioni  una particolare attenzione; questo ringraziamento lo estendo al Collegio degli ufficiali e a tutti soci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un compleanno speciale: 25 anni fa la prima lezione universitaria a Ravenna

RavennaToday è in caricamento