rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

"Oltre 4 ore d'attesa sull'Adriatica con 40 gradi per un carro attrezzi": la disavventura di due turisti

I due stavano viaggiando in sella alla loro moto sulla statale Adriatica in direzione sud quando, giunti all'altezza di Mirabilandia, sono rimasti a piedi causa un guasto alla centralina della moto

Più di 4 ore di attesa sull'asfalto cocente e sotto il sole rovente dei giorni scorsi, proprio nell'orario più caldo della giornata. E' quanto accaduto a Nazario, 38enne bolognese, che il 16 agosto scorso si è recato insieme alla sua ragazza nel ravennate per trascorrere una giornata in spiaggia a Lido di Savio. I due stavano viaggiando in sella alla loro moto sulla statale Adriatica in direzione sud quando, giunti all'altezza di Mirabilandia, sono rimasti a piedi causa un guasto alla centralina della moto.

"Abbiamo subito chiamato il carro attrezzi, un servizio che avevo già incluso nella polizza assicurativa della moto - spiega Nazario - Erano le 12.15 e in quel momento c'erano circa 40 gradi. Ci siamo fermati in una piccola area di sosta, al sole, di fianco ai tir che passavano velocissimi. Dall'Aci mi hanno detto che nel giro di mezz'ora mi sarebbe arrivato l'sms dal carro attrezzi e che poi in breve ci avrebbe raggiunto. Ho spiegato la situazione precaria in cui ci trovavamo, al caldo e su una strada sui cui i mezzi non vanno certo piano, e loro mi hanno detto che sarebbero arrivati al massimo entro quaranta minuti. Fatto che sta che dopo un'ora ancora non era arrivato nessuno. Richiamo e di nuovo mi dicono che sarebbero arrivati entro mezz'ora. Passano altre due ore. Era caldissimo, avevamo finito l'acqua e così sono andato a comprarne altra al Mc Donald's, rischiavamo un malore. Finalmente, dopo due ore d'attesa, mi arriva l'sms".

E qui, dopo tre ore, la beffa: "Nell'sms mi dicono che sarebbero arrivati dopo altre due ore. Assurdo... Se avessimo saputo subito che avremmo dovuto aspettare così tanto avremmo chiamato un altro carro attrezzi pagandolo. Avevamo anche pensato di prendere un taxi, ma ci hanno detto che se non fossimo restati sul posto non sarebbero venuti a prendere la moto. Se ci avessero detto subito dell'attesa, almeno saremmo andati via in taxi e poi ritornati dopo 4 ore. Per giustificarsi ci hanno detto che nel periodo estivo è così: capisco che lavorino tantissimo, ma è una cosa inaccettabile. La cosa che mi ha dato più fastidio, poi, è stata la presa in giro dei continui rimandi di mezz'ora.. E' stata una bruttissima giornata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oltre 4 ore d'attesa sull'Adriatica con 40 gradi per un carro attrezzi": la disavventura di due turisti

RavennaToday è in caricamento