menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alessandro Borghese porta '4 ristoranti' tra gli stabilimenti balneari gourmet romagnoli

In questa puntata la cozza di Cervia è la categoria special, che si aggiunge alle altre quattro da votare: location, menu, servizio e conto

Prosegue il viaggio itinerante di chef Alessandro Borghese, che martedì 29 dicembre torna su Sky e Now tv con un nuovo episodio di '4 ristoranti'. Dopo aver fatto tappa a Milano, in Ciociaria e in Toscana, questa settimana lo chef è alla ricerca del miglior ristorante gourmet di uno stabilimento balneare della riviera romagnola. Questa volta chef Borghese non è qui per la "solita" piadina, ma vuole di più. È alla ricerca, infatti, di ristoranti gourmet, dove la gustosa cucina romagnola convive con ingredienti genuini e di altissima qualità, impiattamenti raffinati e ricercati abbinamenti di sapori.

A sfidarsi ci sono Monica con il Maré di Cesenatico, Danilo con il Ricci di Mare di Miramare di Rimini, Andrea con il Cala Zingaro di Milano Marittima e Piero con Peperittima, nella stessa località cervese. In palio per il vincitore l’ambitissimo titolo di miglior ristorante e un contributo economico di 5mila euro da investire nella propria attività. Tutti i ristoranti che partecipano al programma sono identificabili attraverso un “bollino” 4 Ristoranti esposto all’esterno, una rete di locali testati da chi se ne intende: i ristoratori stessi.

In questa puntata la cozza di Cervia è la categoria special, che si aggiunge alle altre quattro da votare: location, menu, servizio e conto. Come da tradizione, ogni pasto è preceduto dalla scrupolosa ispezione dello chef Borghese della cucina del ristorante. Tutto viene osservato nei minimi dettagli, per un’analisi scrupolosa che prosegue poi anche durante il pasto, concentrandosi sul personale di sala, messo alla prova su accoglienza, servizio al tavolo, descrizione del piatto e del vino. Solo alla fine si scopre il giudizio di chef Borghese, che con i suoi voti può confermare o ribaltare l’intera classifica.

I ristoranti della puntata

Cala Zingaro (Milano Marittima): Andrea, 33 anni, è il titolare. Dopo aver abbandonato il mondo della moda decide di acquistare, insieme a due soci, Cala Zingaro: “’Cala’ perché si trova in una piccola spiaggia, e ‘zingaro’ perché io stesso sono un po’ zingaro, amo girare il mondo - confida Andrea - Qui si viene per staccare la spina e sembra di stare all’estero. La cucina, prevalentemente a base di pesce, punta sulla materia prima di qualità della zona con qualche incursione asiatica".

Peperittima (Milano Marittima): Piero, 56 anni, è il gestore. Nato e cresciuto in una famiglia di albergatori, nel 2010 decide di buttarsi nell’avventura dello stabilimento con sua moglie Angela, ex infermiera svizzera conosciuta sulle spiagge romagnole. La cucina del Peperittima è tradizionale, offre prodotti a chilometro zero con punte di innovazione. La domenica non possono mancare la lasagna e i cappelletti al ragù. Il pesce è il piatto dominante, con pescato del giorno che comprende le cozze di Cervia, tipiche della zona. Per Piero un locale si può definire gourmet se c’è un pensiero dietro alle scelte, per lui tutto deve essere in armonia.

Marè (Cesenatico): Monica, 43 anni, di padre romagnolo e mamma mantovana, è nata a Vigevano e gestisce il ristorante. "La filosofia del Maré, un nuovo modo di fare ristorazione in spiaggia in Romagna, è far stare bene le persone come se fossero in vacanza fin dal primo istante". Per Monica gourmet è sinonimo di ricerca, curiosità, gusto e qualità. 

Ricci di mare (Miramare di Rimini): Danilo, 52 anni, nato da una famiglia di pescatori e bagnini, è il titolare e si autodefinisce “un patacca”. La sua famiglia è proprietaria del Lido dal 1947. Nel 1992, dopo aver visto che i panini e le piadine fatte dalla mamma nel baretto del lido andavano alla grande, decide di aprire un ristorante sulla spiaggia. Per Danilo, lui stesso un pescatore, gourmet significa cura nell’impiattamento, ricercatezza della materia prima e grande qualità del pesce e della sua conservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: esiste davvero il giorno più triste dell'anno?

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento