rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca E45

500 milioni per cambiare volto alla E45 nei prossimi tre anni: "Rispondiamo ai problemi con un risanamento"

Quasi 500 milioni di euro in tre anni per cambiare il volto della strada statale con un piano di investimenti poderoso, che supera la logica delle 'toppe'

500 milioni di euro per cambiare il volto dell'E45 nel giro di tre anni. Martedì mattina alla Fiera di Cesena Anas (Gruppo FS Italiane), insieme alla Regione Emilia-Romagna e ai sindaci del territorio, ha presentato lo stato di attuazione del piano di riqualificazione della strada statale 3 bis “Tiberina”, la E45 appunto. Una partecipata occasione per illustrare il futuro di questa fondamentale arteria, per quello che riguarda la sicurezza e riqualificazione del tratto romagnolo, che si estende in pratica da Verghereto a Ravenna. Quasi 500 milioni di euro in tre anni per cambiare il volto della strada statale con un piano di investimenti poderoso, che supera la logica delle 'toppe'. 

Presenti per fare il punto sui cantieri il sindaco di Cesena Enzo Lattuca, l'assessore regionale a trasporti e infrastrutture Andrea Corsini, i sindaci dei comuni della Valle del Savio molto interessati come Marco Baccini (Bagno di Romagna), Enrico Cangini (Sarsina) e Monica Rossi (Mercato Saraceno). Ma ad illustrare il piano di attuazione dei lavori sono stati in particolare l'ingegnere Matteo Castiglioni (direttore operativo Anas), e l'ingegnere Aldo Castellari (responsabile della struttura territoriale per l'Emilia Romagna).

"Facciamo il punto - ha esordito il sindaco Lattuca - parliamo di una arteria strategica che collega centro e nord-Italia, per alcuni comuni della Valle del Savio è praticamente l'unica via di accesso al resto del mondo". Inutile nascondere, come del resto ha subito sottolineato l'assessore regionale Andrea Corsini che l'E45  "è spesso al centro di critiche e polemiche, ma è in atto un profondo risanamento con interventi consistenti che ci restituiranno una E45 diversa". Con quasi 500 milioni di euro in tre anni (solo per il tratto romagnolo) "si darà una risposta strutturale ai problemi di questi anni. Abbiamo capito quanto sia importante l'E45, quando per la questione del viadotto Puletto, è stato necessario chiuderla. E' in atto un poderoso programma di investimenti", ha chiuso Corsini.

1(10)-2

La E45

La strada statale 3 bis “Tiberina” si sviluppa su 88 Km circa, dallo svincolo di “Canili” (km 162,698) fino all’innesto con la statale “Adriatica” nel territorio di Ravenna (km 250,565). Anas ha avviato nell’ultimo periodo un sempre più crescente impegno economico nell’ambito della manutenzione programmata. Il piano di investimenti messo in atto per tale arteria nell’ultimo quinquennio è di complessivi 495 milioni di euro circa. Gli interventi di tale piano ad oggi ultimati sono pari al 32% (160 milioni di euro circa), quelli in corso sono il 29% (145 milioni di euro circa), quelli di prossimo avvio il 5% (22 milioni circa) e, infine, quelli in progettazione sono pari al 34% (166 milioni circa).

I lavori

Nel dettaglio circa 167 milioni di euro riguardano interventi di manutenzione di ponti, viadotti e gallerie; circa 108 milioni di euro riguardano gli interventi di risanamento profondo e di rinforzo del piano viabile mentre circa 34 milioni di euro riguardano la sostituzione delle barriere di sicurezza - principalmente dello spartitraffico esistente -  con le barriere di nuova concezione, progettate da Anas, denominate Ndba. Infine, gli interventi identificati come opere complementari, per un investimento di importo pari a complessivi 152 milioni di euro circa, rappresentano principalmente i cosiddetti interventi per “Tratte omogenee” che hanno lo scopo di attuare un’imponente e massiva azione sull’intera arteria e, al contempo, minimizzare l’impatto dei cantieri sulla viabilità.

Questo è possibile grazie ad una progettazione che include varie tipologie di interventi (come ad esempio l’asfaltatura e la posa delle barriere) da eseguire nella specifica tratta mediante l’attivazione dell’Accordo Quadro già aggiudicato ad un unico operatore - per un importo complessivo di 250 milioni di euro sull’itinerario ricadente in Emilia-Romagna ed Umbria. Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna sono state individuate 9 tratte che vedono un investimento di circa 15,6 milioni di euro l’una. Nell’anno corrente è stata avviata la progettazione integrata delle singole tratte ed allo stato attuale sono in fase di verifica e approvazione i progetti delle prime due. Tenuto conto dell’impatto dei cantieri su tale arteria, è stata messa a sistema una specifica procedura di gestione strutturata delle cantierizzazioni in termini di coordinamento, pianificazione, monitoraggio e controllo.

Nell’ambito dei lavori di adeguamento prestazionale e funzionale delle gallerie, Anas ha programmato l’intervento di manutenzione della galleria ‘Lago di Quarto’ per un investimento di circa 45 milioni di euro. La galleria, di lunghezza complessiva pari a circa 2,5 Kmchilometripresenta un tracciato in curva con larghezza delle corsie di 3,5 metri e pendenza longitudinale di circa 1,75%. Il piano di attuazione degli interventi prevede un durata totale dei lavori pari a 18 mesi organizzata in 2 fasi di cantierizzazione.

Durante la prima fase - avviata a partire dal prossimo mese e per una durata di circa 10 mesi -  sarà istituita la chiusura della carreggiata in direzione Ravenna della SS 3 bis tra gli svincoli di Quarto (km 187) e Sarsina Nord (km 195,500), con deviazione del traffico sulla strada statale 71 “Umbro Casentinese Romagnola”. Durante questa fase è prevista anche una cantierizzazione, da attivare in caso di incidenti ed emergenze lungo la SS 71, che prevede il doppio senso di circolazione nel fornice in carreggiata Sud.

In previsione di questa fase di cantiere, lungo la SS 71 – rientrata in gestione ad Anas ad aprile 2021 - sono stati eseguiti una serie di interventi di riqualificazione al fine di migliorare le condizioni di percorribilità dei veicoli in transito e di limitare i disagi sulla viabilità di accesso all’abitato di Sarsina. Durante la seconda fase, con una durata di circa 8 mesi, sarà istituita la chiusura della canna in direzione Roma con istituzione del doppio senso di circolazione in carreggiata opposta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

500 milioni per cambiare volto alla E45 nei prossimi tre anni: "Rispondiamo ai problemi con un risanamento"

RavennaToday è in caricamento