600 piante come schermatura della centrale Eni a Casal Borsetti

Le piante sono ancora molto piccole e ci vorranno alcuni anni prima che si formi un filtro verde visibile ed efficace

Se tra marzo e aprile il Mese dell’albero in festa organizzato dal Comune, che coinvolge ogni anno migliaia di bambini delle scuole dell’infanzia e delle elementari di Ravenna, non si è potuto realizzare per l’emergenza Covid-19, comunque l’Amministrazione ha provveduto a far mettere a dimora numerose piante a Casal Borsetti con l'obiettivo di creare un filtro verde a schermatura della Centrale Eni dalla vicina località di mare. L'intervento è stato possibile grazie alla disponibilità di Agrisfera Soc.Coop.Agr.P.A. che ha messo a disposizione un'area di circa 5mila metri quadrati a ridosso della centrale e ad Eni che ha collaborato alla riuscita della piantumazione fornendo tutte le indicazioni sulle sottostrutture presenti nell'area.

La pianificazione urbanistica vigente prevede di schermare la centrale con la realizzazione di un filtro verde e per ora si è iniziato con il lato ad ovest più visibile dal mare. 600 le nuove piante di varie essenze (frassino, leccio e pino domestico) posizionati da personale messo a disposizione da Azimut. Le piante sono ancora molto piccole e ci vorranno alcuni anni prima che si formi un filtro verde visibile ed efficace. Viste le caratteristiche del terreno in questa zona e l'esposizione alla salsedine marina si è ritenuto di mettere a dimora piante di piccola dimensione per avere maggiore sicurezza di attecchimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento