menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente Sassatelli, primo da sinistra, durante un’intervista a Museo Classis Ravenna

Il presidente Sassatelli, primo da sinistra, durante un’intervista a Museo Classis Ravenna

RavennAntica a Firenze per gli Stati generali della gestione del patrimonio culturale dal basso

Nelle tre giornate della manifestazione, inoltre, RavennAntica avrà a disposizione uno stand in cui promuovere le proprie strutture museali

La Fondazione RavennAntica anche quest’anno parteciperà a tourismA, il Salone di Archeologia e Turismo Culturale giunto alla quinta edizione che si terrà a Firenze, al Palazzo dei Congressi, da venerdì a domenica. Sabato il presidente Giuseppe Sassatelli sarà uno dei relatori dell’incontro Il Bene Nostro - Stati generali della gestione del patrimonio culturale dal basso, iniziativa di grande rilievo nazionale, proposta da Giuliano Volpe già presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali, nella quale verranno illustrate e discusse le pratiche più interessanti e innovative nel settore dei beni culturali, con modalità molto simili a quelle messe in campo da RavennAntica.

Oltre al presidente Sassatelli, saranno presenti, tra gli altri, Claudio Bocci - Federculture, Andrea Carandini - presidente FAI, Antonio Loffredo - Catacombe di Napoli, Carlo Borgomeo - Fondazione con il Sud, Stefano Consiglio - Università di Napoli Federico II e Cristiano Tiussi - Fondazione Aquileia, mentre le considerazioni conclusive saranno affidate ad Antonio Lampis, direttore generale Musei - MiBAC.

“Sono molto orgoglioso che la Fondazione sia stata coinvolta in questa importante vetrina che riunisce realtà ed esperienze simili alla nostra – dichiara Sassatelli -. E’ un prestigioso riconoscimento del nostro modo di lavorare e mi fa molto piacere che queste riflessioni possano avere un’occasione di confronto con altri soggetti che operano con le nostre stesse modalità e possano avere una eco immediata presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali grazie alla presenza del direttore Lampis".

Nelle tre giornate della manifestazione, inoltre, RavennAntica avrà a disposizione uno stand in cui promuovere le proprie strutture museali, in particolare il Parco Archeologico di Classe costituito dalla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, dall’Antico Porto e dal nuovo museo Classis, inaugurato lo scorso dicembre. La costituzione del Parco Archeologico di Classe è un importante obiettivo di valorizzazione per la Fondazione, in grado di proporre un’offerta turistica fortemente integrata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento