rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

La multinazionale del packaging che dà lavoro a 500 persone in Romagna si conferma 'Top Employer'

L’azienda è presente in Emilia Romagna con ben quattro siti produttivi che danno lavoro a oltre 500 persone

Per il terzo anno consecutivo, Smurfit Kappa Italia - multinazionale specializzata nel packaging a base carta con oltre 2.000 dipendenti e 26 sedi in Italia – ottiene la Certificazione Top Employer, riconoscimento assegnato nel 2022 a 131 aziende italiane che fanno parte delle 1.857 realtà certificate in 123 Paesi in tutto il mondo. L’azienda è presente in Emilia Romagna con ben quattro siti produttivi che danno lavoro a oltre 500 persone; gli stabilimenti sono dislocati a Forlì e Capocolle di Bertinoro, a Massa Lombarda e a Camposanto sul Panaro e sono dedicati alla produzione di imballaggi in cartone ondulato.

La certificazione viene rilasciata dopo un’analisi approfondita da parte del Top Employer Institute alle aziende che raggiungono e soddisfano gli elevati standard richiesti dalla Hr Best Practices Survey, indagine che copre sei macro aree in ambito Risorse Umane ed esamina in profondità 20 diversi temi e le rispettive best practices, tra cui People Strategy, Work Environnment, Talent Acquisition, Learning, Well-being, Diversity & Inclusion e molti altri. Il riconoscimento ha premiato l’intensa attività che ha avuto come focus le persone di Smurfit Kappa Italia nel corso del 2021, anno in cui si è continuato ad operare per creare luoghi di lavoro sempre più sicuri e ambienti di lavoro sempre migliori in tutti gli stabilimenti italiani. 

Il tema della sicurezza è il valore prioritario dell’azienda e lo dimostrano gli indici infortunistici attuali, ai minimi storici. Con il progetto Target Zero, l’azienda ha messo in atto una strategia che promuove una diffusa cultura della sicurezza a tutti i livelli dell’organizzazione, incentivando ogni dipendente a comportamenti virtuosi e definendo un continuo percorso di formazione individuale per sviluppare azioni sicure dentro e fuori l’azienda. 

Dal punto di vista dell’ambiente di lavoro, i risultati dell’indagine interna My Voice svolta nuovamente nel 2021 e che, come dice il nome, dà voce ai dipendenti, confermano un significativo miglioramento dell’engagement in generale e di tutte le aree che lo influenzano, a partire dalla leadership, alla formazione, alla comunicazione, nonché come detto alla salute e sicurezza, a maggior ragione in un periodo caratterizzato dalla pandemia globale che ha colpito anche l’Italia. 

Sul fronte della Diversità, Smurfit Kappa Italia continua il suo percorso entrando in una nuova fase più evoluta di EveryOne, il programma dedicato alla valorizzazione delle differenze e delle unicità di ogni persona che lavora in azienda. Il 2021 è stato l’anno in cui si è passati dalla consapevolezza all’azione, anche attraverso la realizzazione di nuove iniziative come ad esempio Welcome, dedicata alla diversità culturale nelle varie sedi italiane o la campagna dedicata alle diversità di genere.

"Essere un’azienda certificata Top Employer significa avere una grande responsabilità, prima di tutto nei confronti delle nostre persone e poi degli stakeholders - commenta Gianluca Castellini, Ceo di Smurfit Kappa Italia -. Non è affatto scontato ottenere questo ambito riconoscimento per più anni di seguito, ma essere inclusi per il terzo anno consecutivo nel gruppo delle aziende eccellenti per la gestione delle risorse umane premia il grande e proficuo lavoro portato avanti in questi anni dai nostri team, in momenti difficili e complessi, in uno scenario caratterizzato dalla pandemia. Ma proprio per questo siamo stati ancora più attenti e accanto alle nostre persone e alle loro famiglie. Perché un’azienda di successo, come quella che pensiamo di essere e che continuamente cerca di migliorare, passa solo attraverso collaboratori soddisfatti, rispettati e motivati a dare il meglio di sé professionalmente ogni giorno”. 

“Anche l’anno appena trascorso è stato un anno impegnativo, che, come il 2020, ha avuto un serio impatto sulle organizzazioni e ha messo a dura prova la vita, le relazioni e il mondo del lavoro in tutto il mondo - aggiunge David Plink, Ceo di Top Employers Institute -. Ma nonostante le oggettive difficoltà, Smurfit Kappa Italia si è distinta nello sforzo di eccellere nelle sue politiche e strategie HR, avendo sempre come obiettivo prioritario l’attenzione verso le proprie persone, continuando ad affrontare le sfide di un mondo del lavoro in continua evoluzione, impegnandosi per imprimere un impatto positivo sulla vita di dipendenti e collaboratori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La multinazionale del packaging che dà lavoro a 500 persone in Romagna si conferma 'Top Employer'

RavennaToday è in caricamento