Via vai sospetto, scoperta una casa "stupefacente": arrestato pusher

Il pusher di fronte alle evidenze raccolte è stato tratto in arresto. Venerdì è comparso davanti al Giudice del Tribunale di Ravenna 

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio è stato arrestato giovedì un 35enne tunisino che utilizzava l’abitazione come base logistica per detenere quantitativi di stupefacente da destinare per la cessione a terzi. In particolare i Carabinieri di Lido Adriano, durante i quotidiani servizi di controllo del territorio, hanno notato un via via di giovani assuntori di stupefacenti nei pressi di un appartamento della frazione in cui aveva trovato ospitalità un soggetto già noto alle forze di polizia perché invischiato in episodi legati allo spaccio di stupefacenti. L’uomo è stato così attentamente monitorato dagli uomini dell'Arma che giovedì sera, dopo averlo controllato in strada e trovato in possesso di due dosi di eroina e due di marijuana, hanno deciso di perquisire la sua abitazione.

Qui dopo una minuziosa perquisizione i militari hanno rinvenuto altri 13 grammi di eroina da tagliare e confezionare nonché tutto il materiale usato per preparare le dosi da spacciare al dettaglio: il tutto è stato sequestrato come prova dell’attività illecita. Il pusher di fronte alle evidenze raccolte è stato tratto in arresto. Venerdì è comparso davanti al Giudice del Tribunale di Ravenna che, con la convalida dell’arresto e la fissazione di una nuova udienza, gli ha imposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliera in un ufficio di Polizia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento