A Sant'Agata sul Santerno torna il servizio civile

Il sindaco Emiliani: "Il servizio civile ci permette di affidare ai ragazzi importanti progetti legati principalmente alla cultura e soprattutto porta nel nostro paese persone giovani"

Il sindaco di Sant’Agata Enea Emiliani ha incontrato Selina Tabanelli, attualmente in servizio al Comune di Sant’Agata sul Santerno per un periodo di servizio civile di 12 mesi. Selina è in forza al Comune nell’ambito del progetto “Variabili culturali”, che prevede l'inserimento di nove
volontari presso i servizi culturali dei Comuni dell'Unione della Bassa Romagna. Residente ad Alfonsine, Selina è diplomata al liceo artistico “Pierluigi Nervi” di Ravenna. “Mi sto ambientando nella realtà di Sant’Agata, sia nel servizio prestato presso gli uffici amministrativi dell'Ufficio Cultura, sia presso la biblioteca comunale - ha commentato -. Le attività che sto svolgendo sono piacevoli e istruttive, un percorso fin qui senz'altro positivo”. “Dopo diversi anni tornano i ragazzi del servizio civile nazionale anche a Sant’Agata, esperienza fortemente voluta dalla nostra amministrazione per promuovere questa importante iniziativa di educazione civica anche nel nostro Comune - ha dichiarato il sindaco Emiliani - Il servizio civile ci permette di affidare ai ragazzi importanti progetti legati principalmente alla cultura, e soprattutto porta nel nostro paese persone giovani con tutta la loro vivacità, al servizio della nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

Torna su
RavennaToday è in caricamento