menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A scuola in bici: nasce la collaborazione tra Fiab e il reparto di Pediatria

"I benefici di un’attività motoria quotidiana sono ormai un concetto ampiamente diffuso, ma la cosa importante è che un corretto stile di vita è fondamentale fin dai primissimi anni", fa sapere la Fiab

Prende corpo a Ravenna la campagna di Fiab “A scuola e in salute!” promossa dalla Federazione italiana ambiente e bicicletta insieme alla Società Italiana di Pediatria sul tema degli spostamenti quotidiani casa-scuola e rivolta ai più piccoli e alle loro famiglie. L’idea di Fiab vuole valorizzare il concetto che l’utilizzo della bicicletta è fondamentale per una salute che si costruisce sin dai primi anni di vita.  Un programma di divulgazione che vede anche la collaborazione del dott. Federico Marchetti, primario del reparto di Pediatria dell’Ospedale di Ravenna.

"I benefici di un’attività motoria quotidiana sono ormai un concetto ampiamente diffuso ed assimilato per tutte le fasce d’età - comunica la Fiab -, ma la cosa importante è che un corretto stile di vita è fondamentale fin dai primissimi anni, ed è per questo fortemente raccomandato dai pediatri e dall’OMS". La campagna di Fiab Italia, sostenuta dal dott. Alberto Villani Presidente della SIP-Società Italiana di Pediatria e dal Dott. Pietro Stella, pediatra di comunità e referente Fiab per il settore bici e salute infanzia, fa di questo concetto uno dei cardini dell’iniziativa, oltre al concetto implicito del favorire una mobilità green per tutti, a cominciare dai bambini.

"Ma la bicicletta non è solo salute - continua la Fiab -, e questo lo sa bene la generazione dei baby boomer: per le generazioni dei nati negli anni 60 andare a scuola a piedi o in bicicletta era la normalità, sin dalle elementari. Senza timore di scivolare nel nostalgico, era un modo per fare amicizia, per iniziare a strutturare la propria autonomia, il senso civico, il rispetto delle regole del codice stradale esperito prima ancora che studiato sui banchi di scuola. Un mondo di stimoli e relazioni che si contrapponealla scena di solitudine “vip” che ci ha proposto qualche inverno fa la pubblicità di una nota marca automobilistica, che ci mostrava un bambino, accompagnato a scuola in una giornata di neve a bordo del fuoristrada del papà, che si trova da solo in una classe deserta: se fosse andato a scuola in Bicibus o con il Pedibus di sicuro sarebbe stato a giocare con gli altri nella neve! Perché questa piccola rivoluzione sia possibile è certamente importante un cambio di mentalità da parte delle famiglie, ma è ancor più importante che le Amministrazioni Comunali garantiscano le infrastrutture e la sicurezza per chi si sposta in bici o a piedi".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento