rotate-mobile
Cronaca

Accusato di furto, il giudice del lavoro reintegra operaio della Marcegaglia

Il giudice del Lavoro, Roberto Riverso, ha reintegrato l'operaio licenziato dalla Marcegaglia per un presunto furto di un paio di scarpe

Il giudice del Lavoro, Roberto Riverso, ha reintegrato l'operaio licenziato dalla Marcegaglia per un presunto furto di un paio di scarpe. “Le ragioni discriminatorie del licenziamento ai danni del lavoratore – commenta il segretario provinciale della Fiom Cigl, Milco Cassani - non potevano essere tollerate dalla nostra organizzazione sindacale, che fin da subito si è schierata a fianco del lavoratore per impedire che fosse punito per la sola colpa di aver difeso i propri diritti".

Cassani ricorda che "la vicenda riguarda il licenziamento di un dipendente che secondo la direzione aziendale si sarebbe appropriato di un paio di scarpe, non tenendo però in considerazione che le stesse sarebbero state buttate secondo le disposizioni aziendali. Il dipendente, inoltre, non solo non se le è tenute per sé, ma le ha a sua volta regalate a una dipendente di una ditta esterna alla quale non erano state consegnate".

Conclude il sindacalista: "La decisione presa dal Collegio rafforza quanto sostenuto fin dall'inizio dal lavoratore, difeso dall'avvocato Federica Moschini, il quale ha ritenuto di aver subito un licenziamento discriminatorio adottato con arroganza dall'azienda”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di furto, il giudice del lavoro reintegra operaio della Marcegaglia

RavennaToday è in caricamento