menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Acque rosse nel Candiano": i cittadini chiedono spiegazioni all'Autorità Portuale

Il caso riguarda l'escavo del canale portuale nella Darsena di città nei pressi della banchina dello stabilimento Fassa

"Acque rosse nel Candiano": a lanciare l'allarme è il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, che dà voce a due cittadini "che mi hanno chiesto di inoltrare un’interpellanza al sindaco di Ravenna". Il caso riguarda l'escavo del canale portuale nella Darsena di città nei pressi della banchina dello stabilimento Fassa. "Occorre dar voce alla manifestata preoccupazione dei cittadini ravennati che, in contemporanea coi lavori di dragaggio del canale portuale del tratto compreso tra largo san Vitale e il ponte mobile, hanno potuto assistere al fenomeno di arrossamento e intorpidimento di tutte le acque portuali, dalla Darsena di città ai moli foranei di Porto Corsini e Marina di Ravenna, durato fino al 12 marzo 2020, giorno di partenza dal Porto di Ravenna della nave/draga Nicola Z - spiegano i cittadini - Questa aveva operato, nelle giornate precedenti, con dragaggi a benna presso la zona della banchina dello stabilimento Fassa e con movimentazioni a pieno carico, fino alle vicinanze del ponte mobile e alle banchine antistanti l’ormeggio dei Vigili del Fuoco e al Cimitero monumentale di Ravenna”.

"Le numerose domande postemi si riassumono nella richiesta di conoscere come e perché questa situazione si sia verificata e se le operazioni compiute abbiano rispettato le norme del Codice dell’Ambiente - domanda Ancisi - Ho scritto anche al presidente dell’Autorità del Sistema Portuale di Ravenna trasmettendogli integralmente il messaggio speditomi. Provvederò a diffondere opportunamente, evitando allarmismi, la risposta che certamente mi perverrà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento