menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Advs Ravenna premia 47 donatori di sangue e plasma da record

La cerimonia si è svolta venerdì nella sala conferenza del Grand Hotel Mattei, nel rispetto delle normative anticontagio Covid19

A.D.V.S. Fidas Ravenna, l’Associazione Donatori Sangue dell’Ospedale di Ravenna, ha premiato ben 47 donatori di sangue e plasma, che con le loro donazioni hanno raggiunto cifre da record. La cerimonia si è svolta venerdì nella sala conferenza del Grand Hotel Mattei, nel rispetto delle normative anticontagio Covid19.

Ecco i premiati che nel corso degli anni si sono distinti per questo prezioso gesto salvavita: le donatrici che hanno raggiunto le 90 donazioni: Dalla Valle Monica, Giamboni Irene, Maestri Sabrina, Oretti Lara Monica; i donatori che hanno raggiunto le 100 donazioni: Angelini Claudio, Campadelli Filippo, Chiapponi Gianluca, Chirulli Silvio, Cirri Jonathan, Colombelli Andrea, Cucchi Renato, Di Maria Gaetano, Fabbri Fabrizio, Foschini Davide, Fucksia Mirko, Gasperoni Roberto, Ghiberti Roberto, Liverani Massimiliano, Martelli Matteo, Mazzotti Andrea, Mazzotti Damiano, Minguzzi Angelo, Monti Daniele, Morigi Paolo, Moroni Cristian, Moschini Andrea, Panarace Francesco Pierino, Pelleri Giuseppe, Pozzetto Vanni, Rivalta Cristian, Savigni Andrea, Tuccio Francesco, Santi Michele, Sbarzaglia Filippo, Severi Daniele, Solaroli Daniele, Urbinati Morris, Zannoni Riccardo, Zinzani Andrea, Zoli Renzo; i donatori che hanno raggiunto le 200 donazioni: Albonetti Giovanni, Babini Roberto, Lattuga Claudia, Perugini Daniele, Piazza Angelo; i donatori che hanno raggiunto le 300 donazioni: Melandri Roberto, Ronconi Sergio. E infine A.D.V.S. ha voluto insignire del titolo di “Socio Onorario” la Sig.ra Talozzi Olga, per il suo impegno di volontaria, che ha contribuito in modo significativo e concreto, per molti anni, alla mission dell’Associazione e tutt’ora continua a farlo.

“In questo anno così difficile abbiamo comunque voluto rispettare questa nostra tradizione – commenta il presidente di A.D.V.S. Fidas Ravenna Monica Dragoni – perché riteniamo importante riconoscere a chi, nel corso degli anni, non ha mai smesso di donare sangue o plasma, l’altissimo valore sociale di questo gesto salvavita insostituibile. I nostri donatori non si sono risparmiati neppure durante il periodo emergenziale della pandemia, continuando fiduciosi a venire in ospedale per donare sangue e plasma. Di questo la comunità tutta, deve loro un enorme grazie. Perché, lo voglio ricordare, tutti noi potremmo averne bisogno un giorno.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento