rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Affittare casa in provincia di Ravenna costa più che a Bologna: cresce la domanda

Nel settore delle locazioni, la provincia di Ravenna rivela un prezzo nettamente superiore alle altre, con una media che supera i 15 euro/mq e un balzo di oltre 7 punti percentuali rispetto al trimestre precedente

Nei primi tre mesi del 2022 in Emilia Romagna il mattone tiene, con prezzi stabili o in leggero aumento sia nel settore delle compravendite che in quello delle locazioni. Questo è quanto rilevato da Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, nell’Osservatorio trimestrale sul settore residenziale curato da Immobiliare Insights. In particolare, se i prezzi di vendita aumentano percentualmente di 0,9 punti e si attestano a una media di 2.005 euro al metro quadro, quelli di locazione nel confronto con il trimestre precedente crescono dell’1,9% e sono pari a 11,1 euro/mq.

I trend regionali

Nel comparto delle compravendite a fronte di una domanda in forte aumento (+12,2%), lo stock di abitazioni invendute nella regione è calato dell’1,7%, segno di un mercato immobiliare che ha recuperato la sua vivacità. Dal punto di vista delle locazioni, invece, la situazione appare più critica: il surplus rispetto al trimestre precedente si attesta al 10,4% con una domanda che nello stesso periodo perde oltre il 6%.

I trend delle compravendite per città e province

Analizzando la situazione del mercato residenziale in vendita nei capoluoghi di provincia, emerge l’evidenza di un comparto in buona salute; infatti, tutti i comuni e le province mostrano prezzi stabili o in crescita. A fare meglio la provincia di Bologna, al +2,7%, e i comuni di Ferrara e Reggio nell’Emilia, che guadagnano entrambi il 2,3%. Sul fronte dell’offerta la situazione appare variegata: una forte diminuzione nello stock di immobili si registra nei comuni di Forlì e Modena, entrambi oltre il -10%, seguiti da Rimini, che sfiora il -9%, e Parma, oltre il -5%. Mentre città come Reggio, Bologna e Cesena presentano un accumulo di disponibilità come anche la provincia di Piacenza che segna un +12,5%. La domanda mostra un trend più omogeneo: tutte le province e i comuni dell’Emilia Romagna, con la sola eccezione del comune di Piacenza, sono di segno più e per la maggior parte l’aumento di interesse è a doppia cifra, con il picco di quasi 27 punti percentuali che si registra nel comune di Rimini.

tab1-8

tab2-2

TAB3-2

I trend nel comparto della locazione

Nel settore delle locazioni la provincia di Ravenna rivela un prezzo nettamente superiore alle altre, con una media che supera i 15 euro/mq e un balzo di oltre 7 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Bene anche la città di Bologna che sfiora i 15 euro/mq. Soffrono i comuni di Ravenna e di Cesena che nell’ultimo trimestre hanno accumulato uno stock rispettivamente pari al 42,6% e al 36,5% del proprio patrimonio immobiliare in affitto, mentre performa molto bene la città di Rimini che ha visto il proprio stock diminuire di un terzo e la domanda crescere di quasi 20 punti percentuali. Tra le più desiderate le province di Ferrara (+63%) e di Reggio (+54,2%).

tab4-2

tab5-2

tab6-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affittare casa in provincia di Ravenna costa più che a Bologna: cresce la domanda

RavennaToday è in caricamento