rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

"Agenti di polizia locale concentrati in un solo punto prima del tampone": la protesta del sindacato

" Per fare "tampone", tutto il personale coinvolto si doveva recare al Comando di Lugo con auto di servizio, smarcare il cartellino marcatempo per poi rimarcare a fine accertamento"

 Protesta del sindacato della Polizia Locale Sulpl per la gestione dei tamponi molecolari a seguito di uno screening per un caso positivo. Il Coordinatore Provinciale Sergio Menegatti lamenta che "sabato molti agenti di Polizia Locale sono stati comandati ad effettuare tampone molecolare. Per fare "tampone", tutto il personale coinvolto si doveva recare al Comando di Lugo con auto di servizio, smarcare il cartellino marcatempo per poi rimarcare a fine accertamento. Per effettuare il tampone dovevano recarsi in uniforme e con l'auto di servizio nel piazzale antistante il comando. Chi ha disposto che l'accertamento avvenga fuori orario di servizio, forse non sa che in caso che la Polizia Locale venga a conoscenza di situazioni pericolose o illecite, in servizio o no, se in uniforme e con auto di servizio, deve recarsi immediatamente sul luogo con la massima urgenza. Se in questo caso succede qualcosa, incidenti, infortuni o altro, che tutela avrebbero questi Agenti fuori servizio?"

Sempre Menegatti: "Contattato il Comando di Polizia Locale telefonicamente e chiedendo di parlare con un responsabile mi veniva detto che la disposizione veniva dall'Ufficio Personale, che sentito telefonicamente tramite un operatore mi ha risposto che era una disposizione della Dirigente del Personale. A questo punto mi chiedo se la tutela degli operatori è un compito primario del Dirigente Responsabile che è anche il Datore di Lavoro e se in questo caso abbia applicato l'obbligo di tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro". Per il sindacalista: "In tutto questo movimento di personale, tutti quelli dei presidi esterni si sono recati a Lugo per smarcare il cartellino anziché farlo nel proprio presidio e recarsi al luogo del tampone, questo certamente non ha giovato al contenimento degli eventuali contagi. Forse sarebbe bene riconoscere come servizio anche il tempo del "tampone" a tutela di tutto il personale, facendolo andare dal presidio al luogo della prestazione sanitaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Agenti di polizia locale concentrati in un solo punto prima del tampone": la protesta del sindacato

RavennaToday è in caricamento