Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Bagnacavallo

Ponte dell'Albergone, a maggio la riapertura a senso unico alternato

L'assessore Venieri ha sottolineato come sia da tempo attivo da parte dei Comuni di Bagnacavallo e Russi un tavolo di lavoro con le associazioni di categoria con l'intento di individuare misure di sostegno per le attività che hanno subito danni per la prolungata chiusura del ponte dell'Albergone

Il Consiglio comunale di Bagnacavallo di giovedì ha ospitato il consigliere provinciale con delega ai Lavori pubblici, Davide Ranalli, e il dirigente del Settore Lavori Pubblici della Provincia di Ravenna, l'ingegner Paolo Nobile, che assieme all'assessore del Comune di Bagnacavallo, Simone Venieri, hanno fatto il punto della situazione in merito ai lavori sul ponte dell'Albergone tra Bagnacavallo e Russi. Ranalli e Nobile hanno spiegato che nei giorni scorsi la Provincia ha proceduto alla risoluzione consensuale del rapporto con la ditta Pinciara di Milano e affidato i lavori alla seconda classificata al bando del 2014, l'impresa consortile Arco Lavori di Ravenna.

"L'assenza di contenzioso grazie alla risoluzione consensuale del rapporto ci ha permesso di abbreviare notevolmente i tempi - ha ricordato Ranalli - e riprendere le opere al più presto". Ora la previsione è di riaprire la circolazione sul ponte a senso unico alternato attorno alla metà di maggio mentre i lavori, ha anticipato l'ingegner Nobile, "dovrebbero concludersi entro la fine di settembre". Soltanto dopo il termine delle opere sul ponte dell'Albergone e la sua integrale riapertura al traffico l'impresa Arco avvierà i lavori sul ponte della Chiusa sul fiume Senio, sempre sulla provinciale San Vitale, tra Bagnacavallo e Lugo. In questo caso andrà sostituito l'intero impalcato, "ma il ponte verrà chiuso soltanto una volta pronte le nuove travi - ha spiegato ancora il dirigente provinciale - per far sì che la circolazione venga interrotta non prima che sia tutto pronto per l'inizio dei lavori a pieno regime".

Nel rispondere alle domande dei consiglieri comunali di Bagnacavallo, l'ingegner Nobile ha chiarito poi che sia nel caso del Ponte dell'Albergone che in quello della Chiusa le opere programmate, finalizzate al completo ripristino funzionale dei due ponti, al loro adeguamento alla vigente normativa sismica e a quella relativa alle barriere di sicurezza, "sono assolutamente necessarie". Per garantirne la sicurezza, i 280 ponti della provincia sono infatti sottoposti a periodici controlli. "Monitoriamo tutti i ponti a cadenza biennale" ha concluso il dirigente, spiegando che "si tratta di un impegno molto significativo, ma fondamentale per individuare i necessari interventi di manutenzione". Infine, l'assessore Venieri ha sottolineato come sia da tempo attivo da parte dei Comuni di Bagnacavallo e Russi un tavolo di lavoro con le associazioni di categoria con l'intento di individuare misure di sostegno per le attività che hanno subito danni per la prolungata chiusura del ponte dell'Albergone.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte dell'Albergone, a maggio la riapertura a senso unico alternato

RavennaToday è in caricamento